venerdì 18 Gennaio 2019 | 00:44
Home Tags Voucher

Tag: voucher

Nuovi voucher lavoro online dal 10 luglio

Tutto pronto per l'attivazione online dei nuovi Contratti di Prestazione Occasionale (PrestO) ad uso delle imprese fino a cinque dipendenti: dal 10 luglio ci si potrà registrare all'apposito servizio su piattaforma INPS: l'istituto di previdenza ha pubblicato le istruzioni con la circolare 107/2017, che riguardano anche il Libretto Famiglia (i nuovi voucher lavoro utilizzabili solo da datori di lavoro domestico).

Lavoro occasionale: PrestO nel dopo voucher

La legge di conversione della manovra bis approda nell'aula della Camera con i nuovi voucher lavoro (ribattezzati PrestO – “Prestazione Occasionale”), strumento di retribuzione oraria sul modello degli ex buoni ma riservati a famiglie e piccole imprese sotto i cinque dipendenti. Le altre aziende dovranno attivare contratti di lavoro flessibile.

Voucher lavoro anche nelle piccole imprese

Il dibattito sui voucher lavoro diventa politico: la manovra bis potrebbe reintrodurre – con modifiche – i buoni di pagamento del lavoro occasionale. L'emendamento PD prevede di reintrodurre i buoni lavoro anche per le piccole imprese fino a cinque dipendenti.

Voucher lavoro con vecchie regole

I voucher lavoro ancora validi perché acquistati prima del 17 marzo, utilizzabili fino al 31 dicembre 2017, sono soggetti alle regole applicate prima dell'abrogazione dei buoni: la precisazione del Ministero del Lavoro fa chiarezza su un punto importante, rappresentando una sorta di interpretazione autentica della legge, che però – tecnicamente – non prevede un'adeguata normazione del periodo transitorio.

Voucher lavoro, inversione di tendenza

Le modifiche al Jobs Act, con la stretta sulla tracciabilità dei voucher lavoro, producono i primi risultati: a fine 2016 il numero di buoni per la retribuzione del lavoro accessorio è tornato in linea con i livelli 2015: la flessione, segnala l'INPS nel consueto rapporto sul precariato, è iniziata in ottobre.

Voucher asilo nido: istanze prorogate al 31 dicembre 2018

Pronte le istruzioni per l'invio telematico delle domande di fruizione del voucher asilo nido, alternativo al congedo parentale, da parte delle lavoratrici autonome e dipendenti. Lo rende noto l'INPS con un avviso pubblicato sul proprio sito istituzionale. Il termine ultimo di presentazione delle istanze è fissato al 31 dicembre 2018, salvo esaurimento dei fondi stanziati.

Voucher lavoro, nuove FAQ dal Ministero

È possibile effettuare comunicazioni plurime indicando tutti gli elementi richiesti dalla nuova normativa sul lavoro accessorio (inizio e ora della prestazione) inviando nuove comunicazioni in caso di modifiche. Sono alcune delle risposte alle domande più frequenti (FAQ) contenute nella Nota 20137 del 2 novembre emanata dal Ministero del Lavoro.

Lavoro accessorio, voucher: il Ministero del lavoro scioglie i dubbi

Se il prestatore di lavoro accessorio svolge l'attività per l'intera settimana, i datori di lavoro non agricoli possono effettuare una sola comunicazione indicando le giornate interessate, il luogo e l'ora di inizio e fine della prestazione di ogni singola giornata.

Voucher baby-sitting per le lavoratrici autonome: al via l’erogazione

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che estende a lavoratrici autonome e imprenditrici la possibilità di fruire dei voucher per i servizi di baby sitting o del contributo per la frequenza degli asili nido. L'importo del contributo è pari a 600 euro mensili.

Lavoro accessorio: comunicazione integrativa, procedura semplificata

Imprenditori e professionisti devono comunicare preventivamente anche eventuali modifiche od integrazioni alle comunicazioni di prestazione di lavoro accessorio già trasmesse. Modifica del nominativo del lavoratore, cambio del luogo della prestazione, variazione dell'orario di inizio e di fine della prestazione.

Voucher: nuovi adempimenti e sanzioni

Imprenditori e professionisti devono comunicare preventivamente, con almeno 60 minuti di anticipo, l'utilizzo della prestazione del lavoratore alla sede territoriale competente dell'Ispettorato nazionale del lavoro. La comunicazione può essere effettuata a mezzo posta elettronica o sms.

INPS – Veneto Lavoro: i voucher vanno aboliti

L'analisi del working paper Il lavoro accessorio dal 2008 al 2015. Profili dei lavoratori e dei committenti, è stata curata da Bruno Anastasia, Saverio Bombelli e Stefania Maschio (INPS – Veneto Lavoro). Sono loro ad aver evidenziato i punti deboli del boom dei voucher.

Finalmente il correttivo al Jobs Act

Il decreto correttivo al Jobs Act contiene alcuni ritocchi legislativi di non marginale rilievo, che incidono su snodi delicati del mercato del lavoro. Si conferma l'avvio dell'operazione tracciabilità per il lavoro accessorio.

Voucher babysitting: nuove funzionalità internet

L'INPS ha realizzato una procedura che introduce nuove funzionalità internet per l'assegnazione dei voucher babysitting e per la successiva gestione, senza più ricorrere alla consegna dei buoni cartacei in sede.

Voucher: necessaria la piena tracciabilità

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nel comunicato stampa del 22 marzo 2016 ritiene necessario all'interno del primo decreto correttivo dei decreti attuativi del Jobs Act, di rendere pienamente tracciabili i voucher per le prestazioni di lavoro accessorio al fine di evitare un uso distorto di questa tipologia contrattuale.
Share This Article:

close