domenica 28 maggio 2017 | 15:50
Home Tags 61/2000

Tag: 61/2000

La remunerazione del lavoro supplementare nel part-time

Con l'entrata in vigore del D.Lgs. n.81/2015 dal 25 giugno 2015 è stata abrogata la precedente normativa ed è stata introdotta una nuova regolamentazione del contratto a tempo parziale con riferimento anche al lavoro supplementare.

Jobs Act: nuove regole per il lavoro a tempo parziale

Il “Codice dei contratti” , attuativo del Jobs Act, modifica per alcuni profili sostanziali la disciplina del lavoro a tempo parziale, unificando talune differenziazioni ed estendendo alcune tutele.

La flessibilità entra a regime nel rapporto di lavoro a tempo parziale

La Fondazione Studi del Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro, con la circolare n.18 del 30 luglio 2015 si occupa delle novità in materia di lavoro a tempo parziale e contratto di lavoro intermittente.

Jobs Act: novità in vista per il part-time

Il decreto di riordino dei contratti di lavoro attuativo del Jobs Act, approvato dal Consiglio dei Ministri del 20 febbraio, modifica la disciplina del part-time. La riforma ha introdotto un limite allo svolgimento del lavoro supplementare nonché la possibilità per le parti di concordare clausole flessibili.

Congedi, part-time e permessi per i lavoratori malati oncologici

Trasformazione del rapporto di lavoro da full-time a part-time, congedo per cure, permessi retribuiti: questi alcuni dei diritti riconosciuti ai lavoratori disabili. Quali sono gli adempimenti del lavoratore e del datore di lavoro?

Contratto a termine: le deroghe della contrattazione collettiva

Nel contratto a termine modificato dal Jobs act i limiti alle assunzioni stabiliti dalla contrattazione collettiva sostituiscono il criterio generale previsto dalla legge e sono tutelati dalle stesse sanzioni amministrative.

Jobs act: come si computano i part-time

La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro risponde al quesito posta da un consulente che gestisce una piccola azienda metalmeccanica con 5 dipendenti a tempo indeterminato e che chiede se due part-time al 50% possono essere considerate una unità lavorativa come richiesto dalla legge.

Jobs Act, finalmente la circolare: disattese tutte le indicazioni del Senato

Dopo oltre due mesi dalla conversione in legge del travagliato Jobs Act (dl n.34/2014, conv. dalla legge n.78/2014) il Ministero del Lavoro fornisce le prime indicazioni operative lungamente attese dagli operatori in materia di contratto a termine, somministrazione di lavoro e apprendistato.

Arrivano i chiarimenti sul Jobs Act

Dopo l'entrata in vigore della legge di conversione n.78 del decreto legge n.34/2014, avvenuta il 20 maggio 2014, la Fondazione Studi dei consulenti del Lavoro fornisce alcuni indirizzi applicativi con la circolare n.13/2014.

Legge di Stabilità 2012: part time senza convalida

La trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale non richiede più la preventiva convalida, da parte della Direzione Provinciale del lavoro, dell'effettiva volontà del lavoratore. L’articolo 4-noviesdecies, inserito nella legge di stabilità per il 2012 con l’emendamento governativo.

Trasformazione contratto di lavoro da full-time a part-time senza comunicazione alla DPL

A seguito di trasformazione del contratto di lavoro da full-time a part-time per un dipendente non è stata effettuata la prevista comunicazione alla DPL competente omettendo, inoltre, di consegnare al lavoratore interessato copia del contratto part-time.

Rapporto di lavoro a tempo parziale di tipo misto: Retribuzione feriale e trattamento economico...

Un salone di parrucchiere ha stipulato un contratto di lavoro part-time per un totale di 20 ore settimanali così distribuite: 4 ore giovedì pomeriggio e 8 ore il venerdì e il sabato. Non è un part-time di tipo orizzontale ma neppure verticale perchè il giovedì non viene lavorato per l'intera giornata.

Durata delle ferie annuali riproporzionamento retribuzione

La legge stabilisce che il lavoratore assunto a tempo parziale deve beneficiare dei medesimi diritti di un lavoratore a tempo pieno per quanto riguarda, tra l'altro, la durata delle ferie annuali, fermo restando il riproporzionamento della retribuzione in ragione della ridotta entità della prestazione lavorativa.
Share This Article:

close