martedì 17 ottobre 2017 | 14:12
Home Tags 368/2001

Tag: 368/2001

Lavoro a tempo determinato: proroga senza forma scritta

Per la proroga di un contratto di lavoro a tempo determinato non è necessaria la forma scritta. La mancata previsione della forma scritta per la proroga è oggi bilanciata da appositi meccanismi sanzionatori, comportanti maggiorazioni retributive per la prosecuzione del rapporto oltre la scadenza iniziale.

Poste Italiane: contratti a termine, CCNL 2001 senza ultrattività

In materia di assunzioni a termine del personale non dirigente di Poste italiane s.p.a. il CCNL dell'11 gennaio 2001 stabilisce il 31 dicembre dello stesso anno quale data di scadenza dell'accordo, chiaramente e formalmente fissata nel contratto.

Normativa emergenziale: valida la proroga dei contratti di lavoro a tempo determinato

Valida la proroga dei contratti a tempo determinato prevista per il personale del Comune dell'Aquila e dei Comuni del c.d. Cratere del sisma del 6 aprile 2009 secondo il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che, con interpello n.21 del 24 settembre 2015.

Jobs Act, licenziamento illegittimo: indennità risarcitoria ridotta

Il decreto legislativo sul contratto a tutele crescenti modifica i criteri di determinazione dell'indennità risarcitoria in caso di licenziamento illegittimo, commisurandola all'ultima retribuzione di riferimento per il calcolo del trattamento di fine rapporto.

Bonus assunzioni 2015 per la trasformazione di contratti a termine

Il bonus assunzioni 2015 spetta anche in caso di trasformazione di un contratto a termine in un contratto a tempo indeterminato. L'INPS, nella circolare n.17/2015, chiarisce che le assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato sono ammesse alla fruizione dell'esonero contributivo.

Successione di contratti a termine: le deroghe dei CCNL

Le limitazioni temporali stabilite dalla legge in materia di successione di contratti a termine si concentrano su due aspetti: la distanza minima tra cessazione del rapporto e riassunzione e la durata massima complessiva dei rapporti con lo stesso lavoratore.

Jobs Act: tutele crescenti per il nuovo contratto a tempo indeterminato

Il Jobs Act, nel contesto della delega per il riordino del sistema dei contratti individuali di lavoro, sancisce la trasformazione del contratto a tempo indeterminato come modello standard di riferimento per la generalità delle assunzioni.

Lavoro a tempo determinato: violazioni e risarcimento del danno

La Corte di Giustizia europea ha condannato l'Italia per violazione della direttiva relativa all'accordo quadro sul lavoro a tempo determinato. La sentenza che riguarda, nello specifico, i precari della scuola.

Jobs Act, contratto a termine: le deroghe contrattuali nel terziario

In attuazione delle previsioni del Jobs act, i CCNL riguardanti le attività del comparto terziario e dei servizi svolti da aziende industriali e artigiane dispongono limiti quantitativi alle assunzioni a tempo determinato, in deroga al criterio stabilito, a tratto generale, dalla legge. Quali sono le deroghe previste?

Settore marittimo: è il Codice della Navigazione che identifica il contratto a termine

La Fedarlinea ha avanzato istanza di interpello per conoscere il parere del Ministero in ordine alla possibile applicazione della disciplina sul contratto di lavoro a termine di cui al D.Lgs. n.368/2001 ai contratti di arruolamento a tempo determinato ed “a viaggio”, previsti nel settore marittimo dal Codice della Navigazione.

Jobs act: come gestire correttamente un contratto a termine

A sei mesi dall'entrata in vigore del Jobs act e dopo i chiarimenti forniti dal Ministero del Lavoro quali sono le principali difficoltà operative legate all'applicazione del contratto a termine? Come orientarsi tra le varie interpretazioni ministeriali senza incorrere in sanzioni o dare luogo ad un potenziale contenzioso?

Contratto a termine: le deroghe della contrattazione collettiva

Nel contratto a termine modificato dal Jobs act i limiti alle assunzioni stabiliti dalla contrattazione collettiva sostituiscono il criterio generale previsto dalla legge e sono tutelati dalle stesse sanzioni amministrative.

Contratti a termine: limiti alla stipula per le PMI del settore cemento

Il recente rinnovo del c.c.n.l. per le PMI esercenti la produzione di cemento, calce, gesso e malte ha provveduto ad aggiornare la disciplina del contratto a tempo determinato senza tener conto peraltro della più recente evoluzione della legislazione in materia.

Jobs Act, finalmente la circolare: disattese tutte le indicazioni del Senato

Dopo oltre due mesi dalla conversione in legge del travagliato Jobs Act (dl n.34/2014, conv. dalla legge n.78/2014) il Ministero del Lavoro fornisce le prime indicazioni operative lungamente attese dagli operatori in materia di contratto a termine, somministrazione di lavoro e apprendistato.

Scuole private Religiose: lavoro a termine secondo il Jobs act

Con l'accordo 10 giugno 2014 le Parti (Agidae con Flc-Cgil, Cisl-Scuola, Uil-Scuola, Snals Confsal, Sinasca) hanno modificato la disciplina del contratto a termine alla luce di quanto stabilito dalla L. n.78/2014.
Share This Article:

close