lunedì 23 gennaio 2017 | 13:44
Home Tags 22/2015

Tag: 22/2015

ASDI, l’INPS spiega quando e come inviare le richieste

L'INPS dirama le istruzioni operative per l'invio delle domande di ASDI. Per il nuovo assegno di disoccupazione, introdotto dal Jobs Act, gli aventi diritto devono presentare domanda esclusivamente in via telematica via web, tramite patronato o Contact Center Integrato INPS-INAIL.

Jobs Act, crisi aziendali tra ammortizzatori sociali e licenziamenti

L'entrata in vigore delle norme del Jobs Act ha comportato un innalzamento dei costi per le aziende in caso di ricorso agli ammortizzatori sociali. Inoltre, rispetto a prima, in assenza di prospettive di ripresa dell'attività aziendale sembrano essere bloccate le strade.

Dis-Coll, niente contributi per la pensione

Niente contributi figurativi per la pensione nella Dis-Coll, il sussidio per collaboratori a progetto e parasubordinati, diversamente dalla NASpI: le regole sul nuovo assegno di disoccupazione sono contenute nel decreto sugli ammortizzatori sociali, attuativo del Jobs Act, D.lgs. 22/2015.

Assegno di disoccupazione più semplice: la guida

Tutte le regole relative ad ASpI e Mini ASpI in materia di oneri contributivi e agevolazioni in caso di assunzione di lavoratori che percepiscono l'assegno di disoccupazione valgono anche per la NASPI.

Indennità per collaboratori disoccupati: la domanda INPS

La domanda per ottenere l'indennità per collaboratori disoccupati DIS-COLL va presentata esclusivamente in via telematica a partire dall'11 maggio, fino a questa data si può fare richiesta anche con modello cartaceo o via PEC.

Naspl: spetta anche ai licenziati per motivi disciplinari

La nuova indennità di disoccupazione NASpI può essere riconosciuta in favore dei lavoratori licenziati per motivi disciplinari e nelle ipotesi di accettazione, da parte del lavoratore licenziato, dell'offerta economica propostagli dal datore nella c.d. “conciliazione agevolata”.

NASpI per gli stagionali: assegno più lontano

I periodi di cassa integrazione a zero ore, o quelli non retribuiti da parte del datore di lavoro (esempio: malattia senza integrazione), non vanno conteggiati nelle 30 giornate di lavoro effettivo negli ultimi 12 mesi di disoccupazione necessari per il diritto alla NASpI per gli stagionali.
Share This Article:

close