martedì 17 ottobre 2017 | 14:05
Home Tags 151/2001

Tag: 151/2001

Congedo di maternità esteso, i casi particolari

Come si calcolano il congedo di maternità in caso di parto fortemente prematuro e la sospensione della maternità per ricovero del neonato? Lo chiarisce l'INPS, con la circolare 69/2016, che fornisce istruzioni operative sulle novità introdotte dal Jobs Act.

Fruizione del congedo parentale ad ore

Il Jobs Act con il D.Lgs. n.80/2015 è intervenuto sulla disciplina della maternità e paternità (D.Lgs. n.151/2001), ridefinendone parzialmente il contenuto al fine di rendere operativa la modalità di fruizione del congedo parentale su base oraria, ma con una formula che lo rendeva inapplicabile in difetto di contrattazione collettiva di settore. La precedente disciplina, prima dell'intervento legislativo del 2015.

Indennità di maternità alla libera professionista: limiti incostituzionali

È incostituzionale limitare il diritto all'indennità di maternità per la madre libera professionista in caso di adozione nazionale. La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittima la norma del TU maternità e paternità la quale prevede, per il solo caso di adozione nazionale (e non anche per l'adozione internazionale), che l'indennità di maternità spetti alla madre libera professionista.

Datore di lavoro non sanzionabile se la lavoratrice madre non usufruisce dei riposi giornalieri

Nelle ipotesi in cui la lavoratrice madre non intenda usufruire, spontaneamente e per proprie esigenze, dei permessi già richiesti al datore di lavoro ex art.39 del D. Lgs. n.151/2001, non può trovare applicazione nei confronti di quest'ultimo la sanzione contemplata dall'art.46 del medesimo decreto legislativo. Con Interpello n.23 del 24 settembre 2015.

Congedi parentali ad ore: attiva la procedura online

Il genitore che intende fruire del congedo parentale sia ad ore che su base giornaliera o mensile deve presentare all'INPS due distinte domande telematiche. Dal 19 agosto 2015 è infatti attiva la procedura operativa per fruire delle nuove norme in materia di congedo parentale. La richiesta per il congedo parentale ad ore, in questa fase, può anche essere retroattiva.

Nuovo congedo maternità: dettagli e calcoli

Il congedo maternità obbligatorio, in caso di parto fortemente prematuro, può prolungarsi fino a sette mesi: è una delle informazioni più importanti contenute nella Circolare 17/2015 della Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro relativa al decreto applicativo del Jobs Act sulla conciliazione vita–lavoro

Jobs Act: il congedo parentale cambia, per ora soltanto nel 2015

Operative le norme del decreto legislativo n.80 del 15 giugno 2015 in materia di conciliazione dei tempi di vita e lavoro e per le tutele genitoriali, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.144 del 24 giugno 2015, S.O. n.34. Il decreto modifica incisivamente il congedo parentale, ma prevede che le novità normative riguardino esclusivamente il 2015.

Congedi, part-time e permessi per i lavoratori malati oncologici

Trasformazione del rapporto di lavoro da full-time a part-time, congedo per cure, permessi retribuiti: questi alcuni dei diritti riconosciuti ai lavoratori disabili. Quali sono gli adempimenti del lavoratore e del datore di lavoro?

Jobs act: demansionamento per riorganizzazione, ristrutturazione o conversione aziendale

L'emendamento al DDL Jobs act proposto dal Governo nel senso di rivedere il divieto di demansionamento nei processi di riorganizzazione, ristrutturazione o conversione aziendale, a salvaguardia dell'occupazione, non fa altro che ammettere per legge quello che ormai è l'orientamento della Suprema Corte di Cassazione.

Riposi giornalieri al padre anche se la madre è casalinga

Il padre lavoratore dipendente ha diritto di fruire dei riposi giornalieri durante il primo anno di vita del bambino anche se la madre è casalinga. Lo sancisce il Consiglio di Stato con la sentenza n. 4618 del 10 settembre 2014.

Congedo parentale: può richiederlo anche il genitore non convivente del disabile

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali esprime il proprio parere sul congedo parentale per assistenza ai disabili in situazione di gravità in particolare sulla fruizione del congedo da parte dei genitori del disabile in presenza di convivente del disabile.

Diritto di precedenza: cosa cambia dopo il Jobs act

Con la circolare n.16 del 22 luglio 2014, i consulenti del lavoro approfondiscono le novità apportate relativamente al diritto di precedenza a favore dei lavoratori che risultano occupati con contratto a tempo determinato.

Jobs act: diritto di precedenza non applicabile al lavoro intermittente

Il rapporto di lavoro intermittente a determinato non può essere assimilato, dal punto di vista del diritto di precedenza, al rapporto di lavoro a termine. La Fondazione Studi Consulenti del lavoro giunge a questa conclusione in contrasto con l'interpretazione fornita dall'INPS.

Assegno di maternità: informazioni e requisiti per farne richiesta

Ampliamo le informazioni relative alle forme di sostegno del reddito e gli incentivi spettanti le lavoratrici madri, dedicando spazio all'assegno di maternità. Esistono due diversi tipi di “assegno maternità” spettanti ai seguenti soggetti: madri cittadine italiane.

Retribuzione per risarcimento solo se il dipendente ha offerto la prestazione

Il diritto al risarcimento del danno è condizionato alla previa costituzione in mora del debitore, sicché la corresponsione delle retribuzioni, a titolo risarcitorio, deve ritenersi comunque subordinata all'offerta della prestazione da parte del lavoratore.
Share This Article:

close