martedì 17 ottobre 2017 | 14:06
Home Tags 124/2004

Tag: 124/2004

Jobs Act: il nuovo apprendistato

Nel testo organico semplificato delle tipologie contrattuali un capitolo importante è rappresentato dall'apprendistato. Le novità contenute nello schema di decreto legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri del 20 febbraio 2015.

Il Jobs Act che verrà in attesa della legge delega

Il “Jobs Act” che verrà trova le sue radici del disegno di legge delega che il Governo sta per presentare al Senato della Repubblica contenente cinque deleghe su contratti di lavoro, procedure, sanzioni, ammortizzatori sociali, servizi per il lavoro, politiche attive e maternità.

Nuove sanzioni anche per condotte precedenti il 24 dicembre

Il Ministero del Lavoro con riferimento alle novità del decreto “Destinazione Italia” specifica che i nuovi importi da versare per la revoca del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale trovano applicazione in relazione alla richieste di revoca effettuate dal 24 dicembre

I compensi per i consulenti del lavoro fra tariffe abrogate e parametri mancanti

Il DM n.140/2012 si occupa dettagliatamente solo di alcune delle professioni vigilate dallo stesso Ministero della Giustizia. Restano fuori, fra gli altri (che possono specificamente individuarsi in: agente di cambio, assistente sociale, attuario, giornalista, psicologo, revisore contabile), i consulenti del lavoro.

Conciliazione monocratica: le conseguenze dell’accordo per il datore e per il lavoratore

In caso di esito positivo dell’accordo, ai sensi del comma 4, art.11, D.Lgs. n.124/2004, il procedimento ispettivo si conclude col versamento dei contributi previdenziali ed assicurativi, da determinarsi secondo le norma in vigore, riferite alle somme concordate in sede conciliativa.

Collocamento obbligatorio: come cambiano le sanzioni dopo l’adeguamento

Il Ministero del Lavoro, con D.M. 15.12.2010 ha adeguato le sanzioni amministrative per il collocamento obbligatorio. Il Ministero del Lavoro con D.M. 15 dicembre 2010 ha adeguato l'importo delle sanzioni amministrative in base alla variazione percentuale dell'indice dei prezzi al consumo per famiglie di operai e impiegati.

Il lavoro notturno: Divieti e controlli per la tutela del lavoratore

Come specificato dalla Direzione Generale per l'Attività Ispettiva nell'interpello n.388 del 12.4.2005, i suddetti requisiti vanno intesi come alternativi per cui è sufficiente che ne sia presente uno solo perché il lavoratore sia assoggettabile alla disciplina prevista per i lavoratori notturni.

I limiti dell’orario di lavoro: La disciplina dell’orario di lavoro di cui al D.Lgs....

La disciplina dell'orario di lavoro di cui al D.Lgs. n.66/2003 è interessata da diversi limiti posti a tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. Ai sensi dell'art.1, comma 2, lett. a), del D.Lgs. n.66/2003, è orario di lavoro qualsiasi periodo in cui il lavoratore sia al lavoro.

Dimissioni volontarie: modello obbligatorio di comunicazione

Dopo l'approvazione del modello telematico per le dimissioni volontarie i servizi ispettivi del lavoro potranno dichiarare nulle le dimissioni rese senza la nuova modalità. La nullità automatica potrà costituire anche titolo per la diffida del datore di lavoro al pagamento delle retribuzioni arretrate.

Modello unico per le comunicazioni obbligatorie

In questo articolo si cerca di fornire un riepilogo il più possibile completo degli oneri connessi alle "comunicazioni obbligatorie" concernenti la costituzione, la cessazione e le variazioni nel rapporto di lavoro. Si cercherà soprattutto di chiarire gli aspetti connessi all'entrata in vigore del decreto.

Denuncia infortuni

Con la Nota 9 ottobre 2007 l’Istituto assicuratore chiarisce alcuni importanti aspetti relativi alle sanzioni amministrative ed alla diffida obbligatoria di cui all’art.13 del Dlgs n.124/2004, tenendo conto che la legge 123/2007, ha esteso tale potere anche al personale amministrativo degli Enti previdenziali.
Share This Article:

close