lunedì 23 gennaio 2017 | 13:42
Home Tags 1124/1965

Tag: 1124/1965

Infortunio in itinere: una normativa incompleta

Nei chiarimenti forniti dall'INAIL è chiara la volontà di circoscrivere le ipotesi di indennizzo dell'infortunio in itinere nel caso di tragitto a piedi, con mezzi pubblici o in bicicletta, fatti salvi i casi di utilizzo necessitato di mezzi privati, quali automobili o scooter.

Infortuni sul lavoro: incolumità del lavoratore da proteggere sempre

Il datore di lavoro è tenuto a proteggere l'incolumità del lavoratore nonostante la sua imprudenza e negligenza in caso di infortuni. L'imprenditore è integralmente responsabile dell'infortunio sul lavoro che sia conseguenza dell'inosservanza delle norme antinfortunistiche.

Part time verticale ciclico: anticipazioni sull’indennità per inabilità dovute

Il datore di lavoro non può rifiutarsi di fare anticipazioni sull'indennità per inabilità temporanea assoluta quando sia richiesto dall'INAIL e tale anticipazione non deve essere sospesa nemmeno durante il periodo di pausa contrattuale afferente al part time ciclico.

Autoliquidazione entro il 16 maggio: diffuse le modalità operative

L'Inail, con circolare n.25 del 07 maggio 2014, ha emanato importanti indicazioni circa la misura della riduzione dei premi e contributi per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionale per il 2014 e le modalità applicative.

Collaborazione familiare nel commercio, artigianato e agricoltura

Il Ministero del lavoro, con circolare nr. 10478/2013 dello scorso 10 giugno, fornisce alcuni chiarimenti in merito alla corretta interpretazione della disciplina sulla collaborazione familiare occasionale resa nell’ambito di realtà imprenditoriali appartenenti a tre diversi settori: artigianato, agricoltura e commercio.

Collaborazione del familiare nel commercio, artigianato e agricoltura

Il Ministero del lavoro, con circolare nr.10478/2013 dello scorso 10 giugno, fornisce alcuni chiarimenti in merito alla corretta interpretazione della disciplina sulla collaborazione familiare occasionale resa nell'ambito di realtà imprenditoriali appartenenti a tre diversi settori: artigianato, agricoltura e commercio.

Invio telematico della denuncia o comunicazione di un infortunio

L'INAIL rende noto che è disponibile on line, la nuova versione della procedura per l'invio telematico della denuncia/comunicazione di infortunio. La denuncia/comunicazione di infortunio è l'adempimento al quale è tenuto il datore di lavoro nei confronti dell'INAIL.

L’infarto causato da stress per attività lavorativa intensa

L'infarto causato da stress per attività lavorativa intensa può costituire "causa violenta" di infortunio sul lavoro – Con conseguente obbligo per l’INAIL di corrispondere il trattamento assicurativo previsto dalla legge (Cassazione Sezione Lavoro n.14085 del 26 ottobre 2000, Pres. De Musis, Rel. Cuoco).

Come calcolare il premio Inail

La base imponibile per il calcolo dei contributi è costituita da tutto ciò che il lavoratore riceve dal datore di lavoro in denaro o in natura, al lordo di qualsiasi ritenuta, in dipendenza del rapporto di lavoro, con esclusione delle somme tassativamente indicate dalla legge.

Malattia professionale: obblighi del datore di lavoro

Deve trasmettere la denuncia di malattie professionali all'Istituto assicuratore, corredata da certificato medico, entro i 5 giorni successivi a quello nel quale il prestatore d’opera ha fatto denuncia al datore di lavoro della manifestazione di malattia. L’art.53 del D.P.R. n .1124 del 1965.

Denuncia infortuni

Con la Nota 9 ottobre 2007 l’Istituto assicuratore chiarisce alcuni importanti aspetti relativi alle sanzioni amministrative ed alla diffida obbligatoria di cui all’art.13 del Dlgs n.124/2004, tenendo conto che la legge 123/2007, ha esteso tale potere anche al personale amministrativo degli Enti previdenziali.
Share This Article:

close