Soggetti con invalidità: istruzioni operative per le visite mediche

0
48

Nell’ambito della semplificazione degli adempimenti sanitari e amministrativi relativi alla concessione dei benefici spettanti ai cittadini con invalidità, l’Istituto ha già definito i calendari di visita, l’invio delle relative convocazioni con raccomandata A/R e l’avvio delle visite mediche. Le istruzioni operative di questa fase sono fornite dall’INPS con messaggio n.2002 del 19 marzo 2015, in particolare sui verbali relativi al giudizio medico legale.

Nell’ambito della semplificazione degli adempimenti sanitari e amministrativi relativi alla concessione dei benefici spettanti ai cittadini con invalidità, l’Istituto sta seguendo un cronoprogramma che ha già consentito la definizione dei calendari di visita, l’invio delle relative convocazioni con raccomandata A/R e l’avvio delle visite mediche.

Con il messaggio n.2002 del 19 marzo 2015 l’istituto fornisce istruzioni in merito alle procedure operative da seguire in questa fase.

In particolare l’istituto si sofferma sull’esito che ciascuna seduta di Commissione medico legale potrà avere nelle seguenti situazioni:

– Verbale con espressione del giudizio medico legale (GML) conclusivo per visite effettuate in prima convocazione o in seconda convocazione per precedente assenza, ovvero per visite effettuate in data antecedente;
– Verbale di visita con sospensione del GML per visita effettuata in pari data e conclusasi con richiesta di ulteriore documentazione e/o accertamenti specialistici;
– Visita non effettuata per accoglimento di richiesta di visita domiciliare;
– Visita non effettuata per mancata presentazione del cittadino in assenza di sue comunicazioni.

Prima che si dia luogo al provvedimento di revoca alla prestazione, i cittadini che giustificano l’assenza potranno essere sottoposti ad accertamento sanitario. L’eventuale GML di non conferma avrà effetto a decorrere dal primo giorno del mese successivo alla data di definizione medico legale dell’accertamento stesso.

L’eventuale revoca della prestazione, effettuata dalla Direzione Centrale Assistenza e Invalidità Civile, avrà decorrenza dal primo giorno del mese successivo alla data fissata per la visita e sarà immediatamente comunicata alle sedi territoriali a carico delle quali resterà la lavorazione dell’eventuale indebito.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here