Sicurezza sul lavoro: Chiarimenti sul RLS di gruppo

0
67

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, con interpello n.17 del 6 ottobre 2014, ritorna sulla figura del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) per rispondere ai dubbi dell’Associazione Bancaria Italiana e delle Segreterie Nazionali dei Sindacati firmatari del Contratto collettivo del Credito.

Dubbi sulla figura del Rappresentante del Lavoratori per la Sicurezza (RLS) anche per l’Associazione Bancaria Italiana e le Segreterie Nazionali dei Sindacati firmatari del Contratto collettivo del Credito.

Il quesito che si pone scaturisce dal nuovo assetto che assumono oggi le imprese del settore bancario, caratterizzato dal crescente rilievo della dimensione interaziendale di gruppo. In particolare si vuole conoscere se la figura del RLS sia da istituire a livello Gruppo e sia legittimato ad assolvere ai propri compiti anche per le singole aziende facenti parte del gruppo.

Ovviamente tale disciplina prevede una tutela per quelle piccole aziende che fanno parte del gruppo, e che per le loro modeste dimensioni potrebbero rimanere prive di questa importante figura. Pertanto il Ministero risponde, con interpello n.17 del 6 ottobre 2014, che la scelta di individuare nel nuovo Accordo Sindacale nel settore del Credito, la figura del RLS che assolva le proprie funzioni per tutte le aziende facenti parte del gruppo medesimo, sia compatibile con il quadro normativo vigente di riferimento.

La nomina di un RLS di gruppo deve tuttavia ritenersi sempre subordinata al rispetto delle disposizioni inderogabili previste dalla normativa.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here