Rivalutazione delle pensioni: aumenti da settembre 2015

0
94

Con la mensilità di settembre 2015 è riconosciuto l’aumento mensile delle pensioni interessate dalla sentenza della Corte Costituzionale n.70/201. Con il messaggio 26 agosto 2015, n.5395 l’INPS illustra la lavorazione effettuata a livello centrale per assicurare tale aumento mensile riconosciuto in applicazione del Decreto pensioni, che detta principalmente le modalità per la rivalutazione delle pensioni per gli anni 2012 – 2013.

Sono state ricostituite a livello centrale:
– le pensioni AGO e convenzioni internazionali dirette;.
– le pensioni AGO e Convenzioni internazionali ai superstiti indirette;
– le pensioni AGO e convenzioni internazionali di reversibilità con decorrenza fino a 12/2011 compreso.

Per le posizioni già elaborate con la procedura off-line si è provveduto ad aggiornare i campi KC05, KC04, KC10 del GP5 e GP6 degli anni interessati dalla rivalutazione (dal 2012 al 2015).

Tale attività preliminare ha consentito di calcolare, in fase di ricostituzione centrale delle posizioni già trattate dalla procedura off line, le eventuali differenze a debito o a credito.
Per le posizioni non elaborate con la procedura off line e trattate dalla ricostituzione centrale, il fondo è stato scritto in fase calcolo sui GP5/6 delle mensilità per le quali la rivalutazione viene riconosciuta.

La lavorazione è stata effettuata nei giorni dal 4 al 7 agosto 2015 e sono state elaborate sia le pensioni invariate, sia le pensioni con conguaglio a debito o credito.

Analogamente a quanto accade per le elaborazioni di rinnovo annuale delle pensioni, non sono previsti scarti per i conguagli a debito di importo inferiore a 12 euro.

Posizioni scartate
Sono stati invece scartate posizioni per le quali il conguaglio a debito o credito risultava:
– maggiore di 400 euro, per le posizioni già trattate dalla procedura off line;
– maggiore di 800 euro per. posizioni non trattate dalla procedura off line.

Pensioni non ricostituite a livello centrale
Non sono state trattate le pensioni i cui intestatari risultano titolari di assegno vitalizio per cariche elettive. Tali posizioni saranno elaborate dopo la comunicazione dei relativi importi da parte degli enti erogatori.

Non sono state inoltre ricostituite a livello centrale:
– tutte le pensioni dei fondi speciali;
– tutte le pensioni delle gestioni pubbliche;
– tutte le pensioni delle gestioni di spettacolo e sport;
– le pensioni ai superstiti di pensionato AGO e Convenzioni internazionali con decorrenza successiva a 12/2011.

Per tali posizioni si è provveduto a mettere in pagamento, anche sulla mensilità di settembre 2015, l’importo già calcolato dalla procedura off line.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here