Ricongiunzione e cumulo: le istruzioni INPS

0
19

L’INPS, con circolare condivisa nel suo impianto generale dal Ministero del Lavoro, dà indicazioni operative sull’applicazione della normativa in tema di ricongiunzione e cumulo di periodi assicurativi. In una circolare articolata l’INPS spiega come applicare l’articolo 1, commi da 238 a 248 della legge 24 dicembre 2012, n.228, recante Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2013.

In particolare si forniscono indicazioni in merito:

– alla costituzione, a domanda, di posizione assicurativa nel Fondo pensioni lavoratori dipendenti dell’assicurazione generale obbligatoria esclusivamente per gli iscritti alla CPDEL, CPS, CPI e CPUG per i quali sia venuta a cessare, entro il 30 luglio 2010, l’iscrizione alle predette casse senza il diritto a pensione;

– alla facoltà di recesso dalla ricongiunzione di cui agli artt.1 e 2, legge 29/1979;
– alla rinuncia alla domanda di pensione in regime di totalizzazione;
– al cumulo dei i periodi assicurativi non coincidenti che consente ai soggetti, iscritti presso due o più forme di assicurazione obbligatoria per invalidità, vecchiaia e superstiti dei lavoratori dipendenti, autonomi, e degli iscritti alla gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n.335, e alle forme sostitutive ed esclusive della medesima, di conseguire un’unica pensione.

L’INPS sottolinea che la circolare è stata condivisa nel suo impianto generale dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali con nota prot. n.29/0002882 del 17 luglio 2013.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here