Retribuzione giornaliera minima: aggiornamento dall’INPS e regolarizzazione entro il 16 aprile

0
10

Con circolare n.11 del 23 gennaio 2015, l’INPS comunica per l’anno 2015 il limite minimo di retribuzione giornaliera ed aggiornamento degli altri valori per il calcolo di tutte le contribuzioni dovute in materia di previdenza ed assistenza sociale per la generalità dei lavoratori dipendenti indicando il 16 aprile 2015, come data ultima per i datori di lavoro, per regolarizzare, senza alcun aggravio, i versamenti di gennaio 2015 qualora non abbiano potuto tenere conto delle disposizioni illustrate nella circolare.

Stabilito per l’anno 2015 il limite minimo di retribuzione giornaliera ed aggiornamento degli altri valori per il calcolo di tutte le contribuzioni dovute in materia di previdenza ed assistenza sociale per la generalità dei lavoratori dipendenti. Con circolare n.11 del 23 gennaio 2015, l’INPS, ricordando che tutti i datori di lavoro compresi quelli non aderenti, neppure di fatto, alla disciplina collettiva posta in essere dalle organizzazioni sindacali, sono obbligati, agli effetti del versamento delle contribuzioni previdenziali ed assistenziali, al rispetto dei trattamenti retributivi stabiliti dalla citata disciplina collettiva.

Nella determinazione della retribuzione minima ai fini contributivi si deve tenere conto anche dei “minimali di retribuzione giornaliera stabiliti dalla legge” e nella circolare, l’INPS riporta i seguenti minimali di retribuzione giornaliera:

– per la generalità dei lavoratori dipendenti;
– per il personale iscritto Fondo volo;
– per le retribuzioni convenzionali in genere;
– ai fini contributivi per i rapporti di lavoro subordinato a tempo parziale;

Altri valori inseriti nella circolare riguardano:

– la quota di retribuzione soggetta nell’anno 2015 all’aliquota aggiuntiva dell’1%;
– il massimale annuo della base contributiva e pensionabile;
– il limite per l’accredito dei contributi obbligatori e figurativi;
– gli importi che non concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente
– la rivalutazione dell’importo a carico del bilancio dello Stato per prestazioni di maternità obbligatoria;
– per i lavoratori dello spettacolo, i valori, per l’anno 2015, per il calcolo del contributo di solidarietà, dell’aliquota aggiuntiva 1% e massimali giornalieri;
– per gli sportivi professionisti, i valori, per l’anno 2015, per il calcolo del contributo di solidarietà, dell’aliquota aggiuntiva 1% e massimali giornalieri.

L’INPS inoltre comunica che i datori di lavoro che per il versamento dei contributi relativi al mese di gennaio 2015 non abbiano potuto tenere conto delle disposizioni illustrate nella circolare in oggetto, possono regolarizzare detto periodo senza oneri aggiuntivi, entro il giorno 16 del terzo mese successivo a quello di emanazione della presente circolare e precisamente entro il 16 aprile.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here