Rappresentatività sindacale: RSU, monitoraggio dei risultati elettorali

0
48

Il Ministero del Lavoro ha pubblicato la Direttiva in materia di rappresentanza e rappresentatività sindacale, che definisce i criteri per la computabilità dei risultati delle elezioni delle RSU nelle aziende.

Con la nota n.6029/2014 il Ministero del lavoro ha inviato ai segretari generali di CGIL, CISL e UIL e al presidente di Confindustria, la direttiva ministeriale in materia di rappresentanza e rappresentatività sindacale.

Rappresentanza, rappresentatività sindacale e monitoraggio della contrattazione collettiva nel settore privato, fa presente il Ministero, sono elementi importanti per la regolazione e l’attuazione della disciplina in materia lavoristica e previdenziale.

In tale contesto il Ministero assume un ruolo centrale in quanto, mediante l’attività svolta dalla Direzione generale della tutela delle condizioni di lavoro e delle relazioni industriali, nonchè delle Direzioni del lavoro, svolge un’importante attività di monitoraggio sulla consistenza dei dati organizzativi a livello nazionale e territoriale delle organizzazioni sindacali nel settore privato e gestisce l’archivio dei relativi contratti.

Tali competenze sono state riconfermate dagli articoli 6 e 14 del DPCM n.121/2014, che ha rivisto l’organizzazione del Ministero del lavoro.

In considerazione dei dettami dell’accordo del 10 gennaio 2014, che punta alla valorizzazione del parametro rappresentato dai risultati delle elezioni delle RSU, il Ministero del lavoro disegna il flusso informativo tra gli uffici e gli enti spiegando che:

· allo stesso Ministero spetterà raccogliere, elaborare e mettere a disposizione i dati relativi alle elezioni delle rappresentanze sindacali unitarie, con il coinvolgimento degli uffici a livello centrale e periferico
· all’INPS spetterà, sulla base di una specifica convenzione con le parti sociali, raccogliere i dati sulla rappresentanza con riferimento alle deleghe associative e trasmetterli al CNEL e alla Direzione generale della tutela delle condizioni di lavoro e delle relazioni industriali.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here