Raccogliere informazioni sul Mobbing

0
12

La vittima a questo punto deve tentare di crearsi una base di elementi che potrebbero servire in futuro come prove giuridiche. La raccolta delle informazioni e della documentazione deve essere effettuata su due argomenti principali:

– mobbing in genere: raccogliete tutto il materiale disponibile sull’argomento, per combattere contro qualcuno o qualcosa bisogna conoscere il nemico.
– ambiente di lavoro: serve per comprendere se il mobbing è una strategia perpetrata dall’azienda per liberarsi di collaboratori scomodi o se invece si tratta di un caso individuale.

cercare informazioni:
• contattare altre persone con lo stesso problema o che l’hanno avuto in passato.
• parlare con impiegati anziani o ex-dipendenti.
• valutare la presenza di comportamenti aggressivi o atteggiamenti antisindacali all’interno dell’azienda.

raccogliere sempre:
• nome della fonte.
• date degli avvenimenti.
• documenti, e-mail, appunti e qualsiasi altro materiale scritto che attesti una determinata situazione. Anche una mancata risposta ad una domanda fatta per iscritto può essere una prova della degenerazione dei rapporti.

Facendo però attenzione a:
• rispettare la privacy altrui.
• evitare di chiedere informazioni ad amici o collaboratori stretti del mobber.
• informazioni personali.
• precedenti scatti di carriera, premi e promozioni.
• riportare le azioni mobbizzanti, cioè imparate a tenere un vero e proprio diario delle azioni mobbizzanti: prendete nota di tutti gli attacchi con date, luoghi e nomi delle persone coinvolte o presenti.
• resoconto dei sintomi psichici e fisici.
• confronto fra la successione delle azioni mobbizzanti ed i sintomi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here