Pronto il nuovo modello di Agenzia dei flussi contributivi

0
192

Partirà il 1° aprile 2014 la fase di sperimentazione del modello di Agenzia Flussi Contributivi che vede coinvolte le Sedi Regionali secondo un calendario predefinito e che entro la fine di luglio 2014 sarà estesa su tutte le direzioni provinciali.

La sperimentazione della Direzione Provinciale Integrata, è di fatto iniziata nel febbraio 2013 ma oggi, dopo un’attenta analisi dei punti di criticità riscontrati, l’INPS, con circolare n.36 del 20 marzo 2014, comunica le modifiche organizzative e l’istituzione sperimentale della nuova Agenzia Flussi Contributivi.

Di seguito si riassumono le caratteristiche di tale Agenzia:

– sarà articolata in Unità organizzative e questo consentirà la continuità della gestione dei flussi contributivi e il miglioramento dell’efficacia nella gestione delle domande di servizio, con particolare riferimento ai tempi di risposta all’utenza;

– aggrega le funzioni riconducibili all’esigenza di assicurare l’aggiornamento delle anagrafiche e la corretta e tempestiva alimentazione dei conti;

– ha il compito di garantire sia la gestione e la riduzione delle anomalie legate ai flussi informatici che l’aumento del gettito delle entrate e assicura la completa gestione di ogni domanda di servizio proveniente dal soggetto contribuente.

– la gestione operativa della domanda di servizio è affidata alla diretta responsabilità dell’Unità Organizzativa dell’Agenzia Flussi contributivi e all’Agenzia complessa.

– i funzionari assicureranno il presidio, per il tramite delle Unità Organizzative, del Cassetto bidirezionale, dell’Agenda appuntamenti, di Linea INPS, delle PEC nonché l’attivazione del relativo servizio di consulenza, garantendo, in questo modo, ognuno per gli aspetti di competenza, il corretto e puntuale presidio dei molteplici canali di comunicazione e di servizio.

– l’accesso dell’utenza ai Punti di consulenza dovrà avvenire sempre previo appuntamento in modo da consentire l’adeguato approfondimento della tematica segnalata, nonché la presenza all’appuntamento delle unità organizzative il cui intervento o la cui competenza è condizione per il soddisfacimento dell’utente.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here