Normativa emergenziale: valida la proroga dei contratti di lavoro a tempo determinato

0
162

Valida la proroga dei contratti a tempo determinato prevista per il personale del Comune dell’Aquila e dei Comuni del c.d. Cratere del sisma del 6 aprile 2009 secondo il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che, con interpello n.21 del 24 settembre 2015, risponde al quesito posto dall’ANCI e sui dubbi sorti a seguito ella entrata in vigore del D.Lgs. n.81/2015 e alla conseguente abrogazione del D.Lgs. n.368/2001.

L’ANCI ha chiesto chiarimenti in ordine alla corretta applicazione della speciale normativa in materia di proroga dei contratti a tempo determinato prevista per il personale del Comune dell’Aquila e dei Comuni del c.d. Cratere del sisma del 6 aprile 2009.

Con interpello n.21 del 24 settembre 2015, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali tenuto conto che il quadro normativo di riferimento della disciplina derogatoria è mutato a seguito della entrata in vigore del D.Lgs. n.81/2015 che, nel riordinare in modo organico le diverse tipologie contrattuali, ha abrogato il D.Lgs. n.368/2001 relativo proprio al rapporto di lavoro a tempo determinato, ritiene che tale modifica non pregiudica però le deroghe introdotte dalle vigenti disposizioni per la proroga dei contratti a tempo determinato stipulati sulla base della normativa emergenziale, anche con riguardo alla possibilità di superare il limite dei 36 mesi, attualmente fissato dall’art.19 del D.Lgs. n.81/2015.

Pertanto, restando comunque fermi restano fermi: gli ambiti soggettivi (intesi come amministrazioni destinatarie), quelli oggettivi (riferiti ai rapporti di lavoro), i limiti temporali (annualità richiamate) ed i vincoli finanziari espressamente indicati, il Ministero ritiene valida la proroga dei contratti a tempo determinato prevista per il personale del Comune dell’Aquila e dei Comuni del c.d. Cratere del sisma del 6 aprile 2009.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here