Mancati accertamenti della visita fiscale

0
7

In ordine agli effetti del mancato accertamento dovuto ad assenza del dipendente, si forniscono i seguenti principi cui dovranno attenersi i Direttori/Dirigenti delle Unità Organiche e Strutture di questo Consiglio:

– in assenza di idonea giustificazione richiesta al dipendente dal Direttore/Dirigente della struttura di appartenenza, rispetto alla comunicazione degli Uffici sanitari della A.S.L., l’assenza per malattia sarà considerata assenza ingiustificata con relativa ritenuta del trattamento economico nella misura del 100%, a decorrere dal primo giorno di malattia e per il periodo massimo di 10 giorni. Ovviamente la trattenuta sarà commisurata alle effettive giornate di assenza, qualora queste siano inferiori al predetto numero di 10;

– qualora nel corso del periodo di infermità siano stati effettuati precedenti controlli sanitari regolarmente eseguiti, la decorrenza della predetta sanzione, in caso di assenza ingiustificata ad ulteriore controllo, sarà calcolata dal giorno successivo all’ultimo accertamento sanitario regolarmente eseguito;

– per l’eventuale successivo periodo di assenza, e cioè a decorrere dall’11° giorno dall’inizio della malattia (ovvero dalla diversa decorrenza di cui al punto precedente), potrà essere operata l’ulteriore trattenuta del trattamento economico nella misura del 50%, esclusivamente nel caso in cui il dipendente si sia sottratto a successiva visita negli Uffici del S.S.N.

– ai fini della trattenuta saranno presi in considerazione tutti i giorni del calendario e verranno considerati tutti gli elementi della retribuzione fissa e ricorrente con effetto dal 1° giorno di malattia;

– la sanzione dispiega efficacia soltanto nell’ambito dello stesso episodio morboso; pertanto, gli effetti della sanzione per assenza ingiustificata riscontrata durante la prima malattia non hanno rilievo in relazione al secondo episodio morboso costituente ricaduta del precedente.

– la variazione della diagnosi intervenuta durante il periodo di assenza dal lavoro per malattia non produce effetti interruttivi ai fini della operatività della sanzione;

– la sanzione cessa con il termine dell’evento morboso ovvero con la ripresa del servizio, ovvero con l’accertamento dell’inidoneità temporanea al servizio tramite controllo sanitario regolarmente eseguito;

– l’applicazione della sanzione è esclusa esplicitamente dalla legge per i periodi di ricovero ospedaliero nonché per i periodi già accertati di precedente visita di controllo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here