Lavoratori in mobilità: prolungato l’intervento a tutela del reddito

0
29

È stato concesso il prolungamento dell’intervento di tutela del reddito, con esclusione della contribuzione figurativa, in favore dei lavoratori destinatari che, nell’anno 2014 non rientrano nel contingente di 10.000 unità ancorché abbiano maturato i requisiti per l’accesso al pensionamento a decorrere dal 1° gennaio 2011 e, comunque, entro il periodo di fruizione delle prestazioni di tutela del reddito. Il decreto interministeriale del 9 marzo 2015, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.99 di ieri 30 aprile 2015.

Con decreto interministeriale (Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministero dell’economia e delle Finanze) del 9 marzo 2015, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.99 del 30 aprile 2015, è stato concesso il prolungamento dell’intervento di tutela del reddito, con esclusione della contribuzione figurativa, in favore dei lavoratori destinatari del decreto n.85708 del 24 ottobre 2014. per i quali il medesimo prolungamento abbia avuto inizio in una data ricompresa tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2014.

Si tratta dei lavoratori che, nell’anno 2014 non rientrano nel contingente di 10.000 unità di cui all’art.12, comma 5, del decreto-legge 31 maggio 2010, n.78, convertito, con modificazioni nella legge 30 luglio 2010, n.122, ancorché abbiano maturato i requisiti per l’accesso al pensionamento a decorrere dal 1° gennaio 2011 e, comunque, entro il periodo di fruizione delle prestazioni di tutela del reddito.

Il prolungamento del sostegno al reddito è concesso limitatamente alle mensilità residue nell’anno 2015 nel limite di spesa di euro 19.888.696,00 e l’Inps è autorizzato, ad erogarlo in favore dei lavoratori che abbiano presentato domanda per il pensionamento sulla base delle disposizioni in materia di decorrenza dei trattamenti pensionistici vigenti prima dell’entrata in vigore del decreto-legge 31 maggio 2010, n.78.

Gli oneri finanziari derivanti dall’applicazione del presente decreto, pari complessivamente ad euro 19.888.696,00, sono posti a carico del Fondo sociale per occupazione e formazione.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here