Lavoratori domestici: contributi e coefficienti di ripartizione per il 2017

0
16

Nella circolare n.13 del 2017, l’INPS comunica le fasce di retribuzione con riferimento ai lavoratori domestici e le aliquote utili al calcolo dei contributi dovuti per la prosecuzione volontaria relativa all’anno 2017. Confermate anche le aliquote addizionali in caso di rapporti di lavoro a tempo determinato.

Nella circolare n.13 del 27 gennaio 2017, l’INPS conferma, per l’anno 2017, le fasce di retribuzione già in vigore per l’anno 2016, con riferimento ai lavoratori domestici. Ciò in quanto l’ISTAT ha fissato al -0,1%, la variazione percentuale verificatasi nell’indice dei prezzi al consumo, per le famiglie degli operai e degli impiegati, tra il periodo gennaio 2015-dicembre 2015 ed il periodo gennaio 2016-dicembre 2016.

Confermata anche la minore aliquota contributiva dovuta per l’Assicurazione Sociale per l’Impiego (ASpI) dai datori di lavoro soggetti al contributo CUAF.

Per il rapporto di lavoro a tempo determinato continua ad applicarsi il contributo addizionale, a carico del datore di lavoro pari all’ 1,40% della retribuzione convenzionale imponibile ai fini previdenziali. Tale contributo non si applica ai lavoratori assunti a termine in sostituzione di lavoratori assenti.

Le aliquote sono dunque pari:
– a 19,9675% con CUAF e 20,0875% senza CUAF, in caso di rapporti a tempo indeterminato;
– a 21,3675% con CUAF e 21,4875% senza CUAF, in caso di rapporti a tempo determinato.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here