Incentivazione dell’esodo per i dipendenti pubblici prossimi alla pensione

0
398

In riferimento a quanto previsto dall’articolo 4 della legge n.92/2012, con Circolare n.63/14 si forniscono le specifiche indicazioni amministrative ed operative applicabili ai dipendenti iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici prossimi alla pensione al fine di incentivarne l’esodo.

L’art.4, commi 1-7ter, prevede che in caso di eccedenza del personale, accordi tra imprese con più di 15 dipendenti e le organizzazioni sindacali rappresentative a livello aziendale, possono prevedere che, al fine di incentivare l’esodo dei lavoratori più anziani, il datore di lavoro si impegni a corrispondere ai lavoratori una prestazione pari al trattamento di pensione che spetterebbe in base alle regole vigenti, ed a corrispondere all’INPS la contribuzione fino al raggiungimento dei requisiti minimi per il pensionato.

Con la Circolare n.63 del 19 maggio 2013 l’istituto fornisce le specifiche indicazioni amministrative ed operative applicabili ai dipendenti iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici. In effetti la disciplina trova applicazione anche per gli iscritti alle Casse Pensioni della Gestione Dipendenti Pubblici che raggiungono i requisiti minimi contributivi ed anagrafici, previsti dalla vigente normativa ed adeguati agli incrementi alla speranza di vita, utili per il conseguimento della pensione entro il periodo massimo di fruizione della prestazione in argomento.

La prestazione sarà erogata, su richiesta del datore di lavoro, con decorrenza dal primo giorno del mese successivo alla data di cessazione del rapporto di lavoro, ovviamente dopo che l’INPS abbia accertato la presenza dei requisiti di legge previsti per la concessione della prestazione e determinato l’importo che sarà erogato a sua cura.

Si definiscono anche le modalità di calcolo della prestazione che è pari all’importo del trattamento pensionistico che spetterebbe a lavoratore al momento di accesso alla prestazione medesima, in base alle regole vigenti, esclusa la contribuzione figurativa correlata che il datore di lavoro si impegna a versare per il periodo di esodo, e le modalità di accesso alla prestazione con età inferiore a 62 anni.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here