Il prestito ai dipendenti

0
32

Il welfare aziendale sta progressivamente estendendosi nelle organizzazioni imprenditoriali a seguito del nuovo ruolo riconosciutogli dal legislatore, ma anche e soprattutto per gli interventi effettuati in campo fiscale. Il quadro sociale attuale, infatti, mostra ancora una perdurante situazione di difficoltà in cui versa il sistema economico/sociale, in questa situazione il welfare aziendale può fornire un contributo tangibile attraverso servizi direttamente rivolti ai dipendenti che ne percepiscono il valore sociale ed economico. Nel presente contributo si forniscono esempi concreti di come procedere nella richiesta di finanziamento e di come agire nell’elargizione dello stesso, nonché di come deve essere redatta la relativa busta paga.

Le iniziative di welfare aziendale sono sempre più diffuse, anche grazie al regime di favore accordato dal legislatore italiano, non da ultimo con la Legge di stabilità 2016, mediante il riconoscimento di un regime fiscale e contributivo di favore. Uno degli elementi che può comporre il pacchetto retributivo di un dipendente è rappresentato dal prestito a tasso ridotto, un fringe benefit corrisposto in aggiunta alla retribuzione monetaria volto a consentire al lavoratore l’approvvigionamento di fonti finanziarie a condizioni più vantaggiose rispetto al mercato.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here