Il datore di lavoro deve motivare il diniego delle ferie?

0
261

Siamo tenuti a motivare, all’organizzazione sindacale, le esigenze aziendali per le quali non è stato possibile accogliere, integralmente, il periodo di riposo annuale richiestoci dal nostro dipendente?

In primo luogo ed a prescindere dall’esistenza di un obbligo legale di chiarimento nel confronti delle OO.SS., occorre comprendere se si tratta – come sembra trasparire dal quesito – di diniego della fruizione del periodo feriale nel corso del periodo desiderato dal dipendente ovvero del diniego del periodo feriale.

Sotto questo profilo, è il caso di evidenziare che la concessione del periodo di ferie – fermo restando il diritto del dipendente di goderne – rientra nell’ambito di discrezionalità del datore di lavoro che le concede in funzione delle esigenze aziendali.

Sotto tale profilo – ferma restando la sussistenza di una ragione oggettiva e non pretestuosa che giustifichi il diniego – non vi è un obbligo da parte del datore di lavoro di giustificare al sindacato le proprie decisioni circa la concessione delle ferie.

Sebbene non vi sia un obbligo in tal senso, dal punto di vista delle relazioni sindacali appare conveniente – ove vi fosse stata una richiesta in tal senso – rispondere anche succintamente al sindacato richiedente con una sintetica illustrazione delle ragioni che hanno portato al diniego delle ferie.

Fonte: Francesco Rotondi – Ipsoa Editore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here