Il certificato medico per assenza dal lavoro

0
22

Se l’amministrazione lo richiede, il dipendente deve presentarlo. Il Tar del Veneto, con sentenza n.7 del 09 gennaio 2007, ha respinto il ricorso di un dipendente della ULSS locale, che non aveva prodotto il certificato medico richiesto dell’amministrazione in seguito ad un assenza giornaliera dall’attività lavorativa. Il ricorrente, infatti, si era rifiutato di produrre la certificazione medica, poiché la legge la prescrive come obbligatoria soltanto per un’assenza di almeno tre giorni. Il ricorrente aveva ricevuto la sanzione disciplinare consistente nella decurtazione di 1/10 dello stipendio per un periodo di 5 mesi.

Il Tar, tuttavia ha ribadito che l’amministrazione, in caso di assenze brevi e ripetute, può richiedere la certificazione medica anche se il lavoratore ha effettuato un’assenza per malattia della durata di un solo giorno.

D’altra parte la questione in oggetto presenta alcuni precedenti in merito allo stesso lavoratore, che, per questo motivo, era stato avvertito mediante apposita comunicazione: “a seguito delle sue ripetute assenze per malattia di una sola giornata, Le è fatto obbligo dalla prossima assenza e sino a nuova comunicazione scritta, di presentare certificato medico sin dal 1^ giorno di malattia, anche se singolo … in conformità a quanto stabilito con ordine di servizio n.19 del 19 novembre 1990”.
Resta valido, pertanto, quanto stabilito dall’art.28 del D.P.R. 270/87 e dall’art. 8 del D.P.R. 348/1983, ma ciò non esclude l’obbligo di presentazione della certificazione medica anche per assenza inferiore ai 3 giorni, qualora venga richiesta dall’amministrazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here