Flussi 2007 – La procedura telematica

0
4

Superata la turbolenta fase di invio on line delle domande di autorizzazione per cittadini non comunitari residenti all’estero, sono necessari numerosi passaggi (verifica delle condizioni, convocazione delle parti e trasmissione dati) per completare la procedura che consentirà allo straniero l’ingresso in Italia per la successiva assunzione.

Dopo la fase sperimentale dei primi mesi del 2006, riservata solo alle domande relative al lavoro stagionale, la procedura telematica è stata estesa a tutte le tipologie di richieste di nulla osta all’ingresso di lavoratori extracomunitari, divenendo peraltro l’unica possibile (unica eccezione la Provincia autonoma di Bolzano che mantiene il cartaceo).

Il grave ritardo con cui è stato emanato il decreto per i flussi d’ingresso per il 2007, è infatti legato anche all’enorme mole di lavoro manuale, di smistamento, caricamento dati, realizzazione delle graduatorie ecc. relativa alle domande dello scorso anno.

Siamo ancora in presenza di domande presentate nel marzo del 2006, per le quali il rapporto di lavoro si instaurerà verosimilmente nei primi mesi del 2008. Due anni, dunque, dal momento in cui il datore di lavoro aveva valutato opportuno l’inserimento in azienda di questi lavoratori.

Le conseguenze sono facilmente immaginabili, esigenze produttive completamente mutate, mercati in continua evoluzione ed aziende che possono anche essere scomparse dal mercato. L’avvento della telematica dovrebbe dunque porre fine ai lunghi tempi di attesa.

Pur tuttavia, l’avvio della procedura non è stato né veloce né semplice.

Anche questa fase vede nuovamente i Consulenti del Lavoro parte attiva, come unico ordine Professionale accreditato per l’invio illimitato di domande, a supporto della triangolazione dei rapporti azienda-Stato-lavoratore.

Dopo un brevissimo accenno all’iter seguito per l’invio delle domande, analizzeremo le fasi successive ponendo l’attenzione sull’attività e le competenze dei singoli soggetti coinvolti.

L’iter per l’invio 
1. Registrazione sul sito web del servizio di inoltro telematico delle domande. Per effettuare la registrazione è richiesto un indirizzo di posta elettronica valido e funzionante. La registrazione è gratuita.

2. Richiesta e salvataggio del modulo sul proprio pc.
• Accedere all’area di richiesta dei moduli di domanda. Sulla base delle richieste effettuate, il sistema provvede a generare, in formato elettronico, il modello da compilare. Per scaricare il modulo sarà necessario indicare alcuni dati relativi al datore di lavoro e la località in cui sarà impiegato il lavoratore, al fine di individuare lo Sportello Unico competente al rilascio del nulla osta.
• Salvare il modulo sul proprio personal computer. Una specifica area del sito web consente di accedere all’elenco dei moduli generati per effettuarne il relativo download.

3. Installazione del programma per la compilazione delle domande sul proprio personal computer. Per la compilazione del modulo precedentemente salvato, è necessario utilizzare uno specifico programma disponibile sul sito web. Il programma deve essere scaricato ed installato sul proprio personal computer.

4. Compilazione del modulo. Attraverso il programma installato, l’utente è in grado di procedere alla compilazione del modulo, inserendo i dati richiesti. Guide di contesto e strumenti di verifica dei dati immessi sono di supporto all’utente durante tutta la procedura di compilazione. In questa fase non è necessario che il proprio PC sia connesso ad internet. I campi relativi ai dati indicati in fase di richiesta non saranno modificabili.
Attenzione: tutti i campi obbligatori andranno compilati, altrimenti il sistema non permetterà la ricezione del modulo!

5. Invio del modulo compilato. Tramite il programma di compilazione, è possibile inviare i moduli, correttamente completati, al servizio di inoltro telematico delle domande.
Per effettuare l’invio, è necessario che il proprio personal computer sia connesso ad internet. L’utente riceverà una mail di risposta recante conferma della spedizione e ora d’arrivo. Attraverso il sito sarà possibile poi avere conferma della/e domande inviata/e.

La domanda presentata telematicamente il 15, il 18 o il 21 dicembre 2007 entrerà nelle graduatorie seguendo l’ordine di acquisizione attribuito dal server ministeriale e seguirà l’iter previsto dal D.Lgs n.286/98 (Testo Unico disciplina dell’immigrazione) modificato dalla L. n.189/02 (Bossi Fini di modifica in materia di immigrazione e asilo).

Le domande per l’autorizzazione all’ingresso si possono presentare fino al 31 maggio 2008 (sei mesi dalla pubblicazione in G.U. del decreto flussi).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here