Definite semplificazioni per i minori disabili

0
58

Il Decreto-Legge 24 giugno 2014, n.90 ha introdotto, per i soggetti minorenni già disabili, rilevanti novità per la semplificazione delle procedure di accertamento del diritto alle prestazioni pensionistiche connesse alla maggiore età.

Con messaggio 6512 dell’08/08/14 l’INPS, dichiarando che resta invariata la normativa relativa alle domande di disabilità di cui alla legge n.68/99 e handicap ai sensi della legge n.104/92, fornisce indicazioni ai minori titolari di indennità di frequenza ed ai minori titolari di indennità di accompagnamento o di comunicazione.

– Per i minori l’erogazione dell’indennità di frequenza cessa con il raggiungimento della maggiore età. Se gli stessi ritengano di possedere i requisiti per il diritto alle prestazioni economiche che richiedono il compimento della maggiore età (pensione di inabilità, assegno mensile) possono presentare la relativa domanda entro i sei mesi antecedenti il compimento della maggiore età. Queste nuove disposizioni trovano quindi applicazione per tutti i minori che abbiano già compiuto il diciottesimo anno d’età a far data dal 24 giugno 2014.

– Per i minori titolari di indennità di accompagnamento o di comunicazione, è stato stabilito che, al raggiungimento della maggiore età, viga una presunzione di sussistenza dei requisiti sanitari senza l’obbligo di un nuovo accertamento sanitario. In sede di conversione in legge però, sono state apportate ulteriori modificazioni al testo originario. Pertanto l’Istituto si riserva di fornire ulteriori istruzioni non appena sarà approvato il testo normativo definitivo.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here