Contratto a termine: limiti numerici e regime sanzionatorio

0
18

Il Jobs act prevede dei limiti numerici ai contratti a termine stipulabili da ciascun datore di lavoro. Dall’applicazione concreta di tali limiti, però, emergono numerose problematiche pratiche di notevole rilievo, in considerazione del regime sanzionatorio previsto in caso di violazione.

Se da un lato, il Jobs act (legge n.76/2014 di conversione al decreto legge n.342014) ha esteso da uno a tre anni la durata dei contratti “acausali”, dall’altro, ha inserito puntuali limiti numerici alle assunzioni a termine, precedentemente previsti solo dalla contrattazione collettiva di settore.

Criteri di calcolo dei limiti numerici
Come sopra anticipato, il Legislatore, modificando l’art. 1, D.lgs. n.368/2001, ha previsto che:

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here