mercoledì 20 settembre 2017 | 04:56

Malattia, Infortunio e Maternità

La malattia costituisce una delle più importanti cause di sospensione del rapporto di lavoro per sopravvenuta impossibilità della prestazione di lavoro, in quanto l'alterazione dello stato di salute impedisce al lavoratore di effettuare la prestazione. La nozione di malattia, secondo la dottrina ormai consolidata, si identifica in: "uno stato morboso determinato da una patologia che impedisce l'esecuzione della prestazione lavorativa".

Indennità di maternità: datore di lavoro e INPS, litisconsorzio necessario

Deve escludersi la necessità di distinguere tra indennità di malattia e indennità di maternità, poiché il meccanismo di sola anticipazione da parte del datore di lavoro é il medesimo. Pertanto in entrambi i casi la domanda del lavoratore dipendente.

Visite mediche domiciliari: disponibili i moduli cartacei

Messi a disposizione dei medici fiscali i moduli cartacei, al fine di consentire la compilazione manuale della documentazione necessaria per l'attività di controllo, nei casi in cui non sia possibile l'emissione delle stampe prodotte dai netbook.

Infortunio in itinere: risarcibile se occorso per accompagnare i figli a scuola

L'indennizzabilità dell'infortunio in itinere occorso al lavoratore nel tragitto casa-lavoro, interrotto o deviato per accompagnare il proprio figlio a scuola, previa verifica della necessarietà dell'uso del mezzo privato.

Malattia: nuovo certificato per il rientro anticipato

Con il messaggio 6973/14 l'INPS ha fornito istruzioni in merito ai casi in cui i dipendenti in malattia rientrino anticipatamente in servizio rispetto alla prognosi. Ciò è consentito solo in presenza di un nuovo certificato che indichi la guarigione.

Infortuni sul lavoro: rivalutate le prestazioni

L'INAIL ha emanato una circolare con cui comunica la rivalutazione delle prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattia professionale a decorrere dal 1° luglio 2014.

Malattia professionale: certificazione medica, il nuovo modello 5 ss bis

L'INAIL ha avviato la distribuzione del nuovo modello di Certificazione Medica di Malattia Professionale, Mod. 5SS bis, che è entrato in uso a decorrere dal 1° settembre 2014. Le modifiche sono state apportate allo scopo di gestire le specificità del settore navigazione e di gestire le informazioni utili per il Registro Nazionale delle Malattia Professionali (RNMP) istituito presso l'INAIL.

Aggiornato l’elenco delle malattie professionali con obbligo di denuncia

Il decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali del 10 giugno 12014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.212 del 12/09/14, contiene , in allegato, l’elenco aggiornato delle malattie per e quali è obbligatoria la denuncia, ai sensi per gli effetti dell'articolo 139 del Testo Unico.

Denuncia di infortunio e di malattia professionale: come presentarla

Quando si verifica un infortunio sul lavoro o in caso di malattia professionale deve essere presentata all'INAIL, entro i termini previsti, una apposita denuncia. Quali sono gli adempimenti dei datori di lavoro correlati e quali i termini di presentazione delle denunce?

Malattie professionali: pronto il nuovo certificato medico

Disponibile il nuovo modello INAIL di certificato medico delle malattie professionali da utilizzare dal prossimo 1° settembre 2014. Cambia, dal 1° settembre 2014, la modulistica per la certificazione medica delle malattie professionali.

Al 31 agosto possibile invio cartaceo delle denunce di infortuni

La necessità nasce dalla considerazione che saranno approntati alcuni significativi interventi sui sistemi informativi dell'Istituto che potrebbero determinare possibili ricadute sulla disponibilità del servizio per l'invio delle denunce di infortunio e malattia professionale.

Gravidanza, riposo, impossibilità di cercare lavoro: madri UE tutelate

Una donna che smetta di lavorare o di cercare un impiego a causa delle limitazioni fisiche collegate alle ultime fasi della gravidanza e al periodo successivo al parto conserva la qualità di “lavoratore” di cui all'art. 45 TFUE.

Indennità risarcitoria del danno biologico: aumento in via straordinaria

Con la circolare n.26 del 9 maggio 2014, l'INAIL stabilisce la modalità di applicazione dell'aumento in via straordinaria delle indennità dovute dall'INAIL a titolo di recupero del valore dell'indennità risarcitoria del danno biologico a decorrere dal 2014.

Danno biologico: rivalutate le indennità Inail

In attesa dell'introduzione di un meccanismo di rivalutazione automatica degli importi indicati nella tabella dell'indennizzo del danno biologico, il Ministero ricorre all'aumento in via straordinaria delle indennità dovute dall'INAIL.

Riconosciuto tra gli infortuni in itinere anche lo “stupro”

Dall'Istituto una donna stuprata mentre tornava a casa, ha ottenuto un indennizzo di 10mila euro per il danno biologico subito. L'avvocato generale ha ribadito che: “I rischi tutelati dalla legge attengono a tutte le condizioni di percorrenza del tragitto, e non solo a quelle legate alla circolazione stradale.

Nuovi interventi in materia di tutela della maternità

Interventi del Governo anche in materia di sostegno alla maternità e alla conciliazione allo scopo di garantire adeguato sostegno alla genitorialità e favorire le opportunità di conciliazione per la generalità dei lavoratori.

ULTIME NEWS

Share This Article:

close