domenica 22 ottobre 2017 | 23:31
Home Lavoro Domestico

Lavoro Domestico

Il lavoro domestico indica, in Italia, una tipologia di lavoro dipendente prestata, in modo diretto ed esclusivo, al soddisfacimento delle esigenze domestiche e familiari. Per identificare i lavoratori del settore viene utilizzato il termine colf, nato dall'unione delle parole collaboratore (o collaboratrice) familiare.

Lavoratori domestici: contributi e coefficienti di ripartizione per il 2017

Nella circolare n.13 del 2017, l'INPS comunica le fasce di retribuzione con riferimento ai lavoratori domestici e le aliquote utili al calcolo dei contributi dovuti per la prosecuzione volontaria relativa all'anno 2017. Confermate anche le aliquote addizionali in caso di rapporti di lavoro a tempo determinato.

Lavoro domestico: online la comunicazione della sospensione dell’obbligo contributivo

L'INPS comunica con messaggio n .1643 del 14 aprile 2016, di aver messo a disposizione, una nuova procedura on line per il datore di lavoro domestico che consente di comunicare la sospensione dell'obbligo contributivo in riferimento a uno specifico rapporto di lavoro e per un intero trimestre.

Lavoratori domestici: dall’INPS i contributi per l’anno 2016

Confermate le fasce di retribuzione su cui calcolare i contributi dovuti per l'anno 2016 per i lavoratori domestici. È quanto comunica l'INPS con circolare n.16 del 29 gennaio 2016 in cui allega le tabelle dove sono indicate le retribuzioni orarie (effettiva e convenzionale) e le relative contribuzioni orarie (con CUAF e senza CUAF).

Lavoro domestico: esclusa la gratuità subordinazione comunque da provare

In tema di lavoro domestico, ove debba escludersi la presunzione di gratuità, operante quando le medesime intercorrono fra stretti congiunti ed abbiano come ambito consueto di svolgimento una comunità familiare caratterizzata dalla convivenza dei suoi componenti.

Assunzione della colf da parte della ex moglie: anche l’ex marito datore di lavoro?

L'assunzione della colf durante il matrimonio da parte della ex moglie non esclude che l'ex marito, per il principio dell'apparenza, ne fosse datore di lavoro. In tema di obbligazioni lavorative contratte durante il rapporto coniugale, precisando che il principio secondo cui, nella disciplina del diritto di famiglia.

Lavoratori domestici: nuove fasce di retribuzione per il calcolo dei contributi 2015

L'INPS ha determinato le nuove le nuove fasce di retribuzione su cui calcolare i contributi dovuti per l'anno 2015 per i lavoratori domestici a seguito della comunicazione dell'ISTAT della variazione percentuale nella misura dello 0,2 %.

Lavoro domestico: al 10 ottobre il versamento dei contributi

L'INPS ha comunicato con il messaggio n.7490 di ieri che venerdì 10 ottobre 2014 è l'ultimo giorno utile per pagare i contributi dovuti per il personale domestico, relativi al periodo luglio-settembre 2014.

Datori di lavoro domestici: in arrivo gli avvisi bonari

Con messaggio n.5463 del 19 giungo 2014 l'INPS comunica che nel mese di giugno 2014 riparte l'invio, a livello centrale, degli avvisi bonari ai datori di lavoro domestico definiti “silenti”, per posizioni con trimestri non coperti da contribuzione che hanno almeno una scopertura per l'anno 2010.

Colf e badanti: bonus IRPEF con la dichiarazione dei redditi

Il lavoratore potrà richiedere il bonus IRPEF con la dichiarazione dei redditi, sia con il mod. Unico, sia con il mod.730. Se dalla dichiarazione emerge un credito il rimborso è eseguito direttamente dall'Amministrazione finanziaria.

Comunicazione di licenziamento della Colf

I lavoratori addetti ai servizi domestici sono denominati colf, ovvero collaboratori familiari. Possono svolgere varie mansioni presso il datore di lavoro domestico: camerieri, badanti, cuochi, giardinieri, baby sitter, precettori.

Denuncia assunzione lavoratore domestico extracomunitario

L'Inps mette a disposizione un modulo per effettuare la denuncia di assunzione di un lavoratore domestico extracomunitario. Tale modello è bene ricordare che deve essere obbligatoriamente utilizzato per effettuare la comunicazione del rapporto di lavoro domestico.

Lavoratori domestici: scade il termine per pagare i contributi

Pertanto due sono le tabelle contributive, una per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato, senza contributo addizionale, e l’altra, per i rapporti di lavoro a tempo determinato, comprensiva del contributo addizionale, riportate di seguito (vedi circolare n. 25 dell’8 febbraio 2013).

Contributi colf e la scadenza della terza rata

Scade il prossimo 10 ottobre il termine per il versamento all'INPS dei contributi per le colf. Il versamento interessa il terzo trimestre dell'anno. I datori di lavoro devono versare all'Inps i contributi per i lavoratori domestici entro la prossima scadenza del 10 ottobre.

Assumere una colf croata

L'INPS evidenzia che i datori di lavoro che intendono procedere all'assunzione di lavoratori domestici croati dovranno presentare all'INPS le comunicazioni obbligatorie di assunzione, cessazione, trasformazione e proroga del rapporto di lavoro.

Datori di lavoro domestici alla cassa

Scade il 10 luglio 2013 il termine per pagare i contributi dovuti all'INPS per il personale domestico, relativi al periodo aprile-giugno 2013. Si evidenzia che le nuove fasce di retribuzione, su cui calcolare i contributi dovuti per l'anno 2013.

ULTIME NEWS

Share This Article:

close