venerdì 27 maggio 2016 | 07:21
Diritti e Doveri dei Lavoratori

Diritti e Doveri dei Lavoratori

Esso riguarda la regolamentazione delle relazioni tra datore di lavoro e lavoratore a quella delle relazioni sindacali (oggetto propriamente del diritto sindacale) a quella attinente alle assicurazioni sociali e previdenziali (di cui si occupa il diritto della previdenza e della sicurezza sociale). È uno di quei rami del diritto che più direttamente risente dell'influenza della situazione economica generale, occorrendo tradurre in norme e concetti legislativi le concezioni ideologiche o statalistiche del sistema di riferimento.

Assegno di solidarietà, modello di domanda

La richiesta di accesso al trattamento salariale che spetta in caso di riduzione dell'orario di lavoro, stabilita da accordi sindacali aziendali stipulati per evitare riduzioni di personale, va presentata entro 7 giorni dall'accordo.

Assunzione in base alle liste di collocamento: risarcimento danni al lavoratore pretermesso

P.A. condannata a risarcire il danno al lavoratore pretermesso ad altri nell'assunzione in base alle liste di collocamento. La Cassazione ha ribadito che il datore di lavoro, inadempiente all'obbligo di assunzione del lavoratore.

Lavoro all’estero: indennità da computare nel TFR?

La Cassazione chiarisce quando l'indennità per la prestazione di lavoro resa all'estero va computata nel TFR, avendo natura retributiva e non di rimborso spese. In particolare, la Corte ha precisato che al trattamento economico aggiuntivo (variamente denominato) corrisposto al lavoratore.

Famiglie numerose: dall’INPS le istruzioni per usufruire del beneficio

Le disposizioni attuative relative al beneficio in favore dei nuclei familiari con almeno quattro figli minori e un ISEE non superiore a 8.500 euro, sono state introdotte con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 24 dicembre 2015.

CIGS, per la scelta dei lavoratori non bastano le “esigenze tecnico-organizzative”

In materia di CIGS sono generici e lesivi dell'obbligo di comunicazione i criteri di scelta dei lavoratori interessati fondati esclusivamente su "esigenze tecnico-organizzative”. In caso di intervento straordinario di integrazione salariale per l'attuazione di un programma di ristrutturazione.

Congedo vittime violenza di genere: istruzioni INPS

Il congedo di tre mesi per vittime di violenza di genere previsto dal Jobs Act è fruibile su base giornaliera o oraria, con regole definite dalla circolare applicativa INPS 65/2016. La prestazione sostiene le donne che decidono di svolgere percorsi di protezione. Introdotta dall'articolo 24 del Dlgs. 80/2015 (misure di conciliazione lavoro-famiglia), in via sperimentale prevede la retribuzione al 100%.

Lavoro dei minori: tra i 15 e i 16 anni soggetti ad orario ridotto

I quindicenni ancora soggetti all'obbligo scolastico, assunti con un contratto di apprendistato del primo tipo, possano effettuare un orario di lavoro non superiore alle 7 ore giornaliere e 35 settimanali. È questo il chiarimento che il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha fornito ai Consulenti del Lavoro con interpello n.11 del 21 marzo 2016.

Autotrasportatori: lavoro straordinario, cronotachigrafi solo elemento presuntivo

L'accertamento del lavoro straordinario prestato da un autotrasportatore e della sua effettiva entità non può fondarsi unicamente sui dischi cronotachigrafi. La presunzione semplice costituita dalla contestata registrazione o rappresentazione, deve essere supportata da ulteriori elementi, pur se anch'essi di carattere indiziario o presuntivo.

Call-center: chiarimenti sulla durata della trattamento di Cigs

Con la Circolare n.15 del 29 marzo 2016, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali fornisce chiarimenti in merito alla durata del trattamento di sostegno al reddito in favore dei lavoratori del settore call-center prevedendo che, in presenza di un accordo siglato nell'anno 2016.

Il rimborso chilometrico delle trasferte del lavoratore

Esercitando il suo potere direttivo il datore di lavoro ha diritto di richiedere al lavoratore lo svolgimento della sua prestazione lavorativa in un luogo diverso da quello della sede abituale di lavoro.

Jobs Act e controlli digitali: limiti del datore di lavoro

L'avvento della tecnologia e il Jobs Act hanno inciso profondamente sul potere di controllo del datore di lavoro nei confronti del lavoratore. Oggi il controllo dell'attività lavorativa si può fare in molti modi: sul computer, sulle e-mail ricevute e inviate, sulla cronologia della navigazione dei siti web e sui siti web consultati.

Controllo dei lavoratori con GPS: quando i dati sono utilizzabili?

Il GPS è un sistema elettronico di controllo particolarmente invasivo in quanto, grazie all'uso di satelliti, consente di tracciare tutti gli spostamenti del lavoratore, identificandone la posizione in ogni momento.

Domande di CIGO: controlli sul file contente le informazioni relative ai lavoratori

A fine di evitare il rigetto delle domande di CIGO prive del file contenente le informazioni relative ai lavoratori o con il file non conforme, L'INPS, con messaggio n.1007 del 3 marzo 2016, comunica che, in via transitoria, l'invio dell'allegato in oggetto potrà essere effettuato anche successivamente alla relativa domanda presentate entro il 31 marzo.

Jobs Act, cessione di ferie a titolo gratuito: quando è possibile?

A partire dallo scorso mese di settembre, secondo quanto previsto dal Jobs Act, è possibile cedere a titolo gratuito le ferie e i riposi a colleghi che si trovino nella condizione di dover assistere figli minori affetti da malattie che necessitino di cure costanti.

Garante privacy: dalle linee guida limiti ai controlli del datore di lavoro

Le linee guida del Garante privacy sull'utilizzo della posta elettronica e di internet contengono prescrizioni dettagliate sulla “cattura” di tutte le comunicazioni in entrata e in uscita che riguardino il lavoratore, con particolare riferimento ai messaggi di posta elettronica e al traffico web.
Share This Article:

close