Bonus assunzione disoccupati 2012: come richiederlo

0
12

A seguito della proroga dei bonus per l’assunzione di lavoratori disoccupati effettuata nel 2012 i datori di lavoro interessati devono presentare la domanda on line entro il 30 settembre 2014. Potrebbero aver diritto al bonus anche datori di lavoro non ammessi in precedenza. La domanda va inviata anche qualora fosse già stata erroneamente presentata.

Con la circolare n.98 del 6 agosto 2014 l’INPS ha fornito le istruzioni per i bonus prorogati per l’anno 2012 e relativi all’assunzione di lavoratori disoccupati.

La domanda va presentata on line entro il 30 settembre 2014.

Potrebbero aver diritto al bonus anche datori di lavoro non ammessi in precedenza in quanto il lavoratore non aveva 50 anni al momento dell’assunzione, ma li ha compiuti al momento della trasformazione del contratto a tempo indeterminato o della proroga.

Benefici per l’occupazione oggetto della proroga del bonus per il 2012
I benefici oggetto di proroga sono quelli dell’art. 2 della Legge n. 191/2009 e sono connessi all’assunzione di lavoratori disoccupati aventi determinate caratteristiche. La proroga riguarda il solo anno 2012 e non è al momento prevista per gli anni successivi.

[blockquote style=”3″]Assunzione di lavoratori disoccupati che abbiano almeno 50 anni, titolari di indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali
Destinatari del beneficio sono coloro che hanno assunto a tempo determinato o indeterminato, a tempo pieno o parziale, nel corso del 2012, lavoratori che alla data dell’assunzione:

– Avevano compiuto 50 anni (anno di nascita 1962)
– Erano titolari dell’indennità di disoccupazione non agricola con requisiti ordinari
Il beneficio spetta anche in caso di trasformazione a tempo indeterminato o proroga a tempo determinato, effettuate nel corso del 2012, di un rapporto di lavoro a tempo determinato in precedenza instaurato, a condizione che il lavoratore:
– sia destinatario dell’indennità di disoccupazione non agricola con requisiti ordinari alla data dell’assunzione a tempo determinato;
– abbia compiuto 50 anni alla data della trasformazione a tempo indeterminato o della proroga a tempo determinato.
NB: Se il lavoratore ha compiuto 50 anni già alla data dell’originaria assunzione a tempo determinato, il beneficio spetta sia per il rapporto a termine originario che per la successiva proroga a tempo determinato o trasformazione a tempo indeterminato; se invece il lavoratore ha compiuto 50 anni solo alla data della proroga o trasformazione il beneficio spetta solo per la proroga o trasformazione.

Per le assunzioni, le proroghe e le trasformazioni effettuate a decorrere dal 18 luglio 2012, occorre rispettare le norme che riconoscono un diritto di precedenza alla riassunzione in favore del medesimo lavoratore o di altro lavoratore.

Il beneficio contributivo è riconosciuto per la durata del rapporto di lavoro e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2012. In caso di proroga a tempo determinato di un rapporto già agevolato, ai sensi della legge 191/2009, il beneficio non può essere complessivamente superiore a dodici mesi.[/blockquote]

[blockquote style=”3″]Prosecuzione del rapporto di lavoro con dipendenti già in forza, assunti dalle liste di mobilità o mentre erano in godimento dell’indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali, con almeno 50 anni di età che abbiano almeno 35 anni di anzianità contributiva

Per i datori di lavoro che abbiano originariamente assunto lavoratori in mobilità il beneficio spetta se:
– è meramente proseguito durante il 2012 il rapporto di lavoro, per il quale sono scadute – il 31 dicembre 2011 o nel corso del 2012 – le riduzioni contributive previste dalla legge 223/1991, articoli 8, comma 2, o 25, comma 9;
– è stato prorogato, nel corso del 2012, un rapporto di lavoro a termine oltre i dodici mesi previsti dall’articolo 8, comma 2, della legge 223/1991.
Per i datori di lavoro che hanno originariamente assunto nel corso del 2010 o del 2011 lavoratori con almeno 50 anni di età, che godevano di indennità di disoccupazione non agricola con requisiti normali, il beneficio spetta se:
– è meramente proseguito, durante il 2012, il rapporto di lavoro, per il quale sono scadute – il 31 dicembre 2011 – le riduzioni contributive previste dall’articolo 2, comma 134, 1° periodo, della legge 191/2009;
– è stato prorogato, con decorrenza 1° gennaio 2012, un rapporto di lavoro a termine per il quale il 31 dicembre 2011 erano scadute le riduzioni contributive previste dall’articolo 2, comma 134, 1° periodo, della legge 191/2009;
– è stato trasformato a tempo indeterminato, con decorrenza 1° gennaio 2012, un rapporto di lavoro a tempo determinato instaurato nel corso del 2010 o del 2011 per il quale il 31 dicembre 2011 erano scadute le riduzioni contributive previste dall’articolo 2, comma 134, 1° periodo, della legge 191/2009.
I lavoratori devono aver maturato almeno 35 anni di anzianità contributiva, valida ai fini del diritto al trattamento pensionistico.

Il beneficio decorre dalla proroga e/o trasformazione del rapporto di lavoro o, in caso di mera continuazione dello stesso, dal giorno successivo a quello in cui sia scaduta la precedente agevolazione. In ogni caso il beneficio non si applica prima che sia maturato il requisito dell’anzianità contributiva. Esso cessa comunque non oltre la data del 31 dicembre 2012, ovvero in data anteriore se in capo al lavoratore matura il diritto al pensionamento.[/blockquote]

[blockquote style=”3″]Benefici per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di lavoratori disoccupati di qualunque età, titolari di indennità di disoccupazione ordinaria o del trattamento speciale di disoccupazione edile

Il beneficio spetta per le assunzioni a tempo pieno e indeterminato effettuate nel 2012 ovvero in caso di trasformazione a tempo pieno e indeterminato, effettuata nel corso del 2012, di un rapporto di lavoro a tempo determinato instaurato in precedenza.

Per le assunzioni, le proroghe e le trasformazioni effettuate a decorrere dal 18 luglio 2012, il beneficio compete a condizione che vengano rispettate le norme che riconoscono un diritto di precedenza alla riassunzione in favore del medesimo lavoratore o di altro lavoratore.[/blockquote]

Presentazione della domanda
La domanda va presentata esclusivamente con modalità telematica, tramite l’applicazione “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente” (www.inps.it – “servizi on line” – “per tipologia di utente” – “aziende, consulenti e professionisti” – “servizi per le aziende e consulenti” – “dichiarazioni di responsabilità del contribuente”).

La domanda va presentata entro il 30 settembre 2014, anche qualora fosse già stata erroneamente presentata.

Le Sedi INPS avranno poi tempo fino al 31 ottobre per la verifica delle domande (requisiti e dichiarazioni di responsabilità) e per determinare l’accoglimento o il rigetto dell’istanza. Successivamente le istanze verranno trasferite alla Direzione generale per la verifica finanziaria e la formazione della graduatoria.

Formazione graduatoria aventi diritto
La graduatoria si forma in base all’ordine cronologico di decorrenza dell’assunzione, della proroga a tempo determinato o della trasformazione a tempo indeterminato. In caso di continuazione del rapporto di lavoro già in essere, il riferimento è alla data di scadenza dell’agevolazione originaria o, se più recente, alla data di maturazione dei 35 anni di anzianità contributiva.

Il presente intervento è frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non impegna l’Amministrazione di appartenenza.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here