Assunzione di lavoratori in mobilità

0
75

La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro fa chiarezza in merito all’assunzione di lavoratori in mobilita’ e alla decorrenza delle agevolazioni contributive a favore dei datori di lavoro.

La data di decorrenza delle agevolazioni deve essere individuata in quella di iscrizione nella lista di mobilità o può validamente decorrere dal giorno immediatamente successivo a quello del licenziamento, anche nelle more della suddetta iscrizione?

Partendo dall’analisi del dato normativo (articoli 4 e 24 della legge 223/91, modificati dalla legge 92/12) la Fondazione Studi Consulenti del lavoro rileva che:

· la delibera d’iscrizione nelle liste di mobilità è il presupposto costitutivo per la fruizione dei benefici contributivi, attesa la verifica amministrativa che ne sancisca ufficialmente il diritto. A tale principio si conforma del resto anche il modulo telematico (223-91) per la richiesta dell’agevolazione all’INPS nel quale il soggetto datoriale deve dichiarare che il lavoratore – per cui comunica di aver diritto all’incentivo all’assunzione – è iscritto nelle liste di mobilità in conseguenza del licenziamento da altri effettuato. In via ulteriore, anche il lavoratore, al ricorrere del presupposto, deve dichiarare, nell’autocertificazione da allegare al modulo, di essere iscritto nelle liste di mobilità con riferimento all’ambito geografico regionale e provinciale, a seguito di licenziamento collettivo.

· il datore di lavoro che assume deve attendere la delibera d’iscrizione nelle liste di mobilità per usufruire del beneficio. La delibera, comunque, non potrà non avere efficacia retroattiva e l’assunzione avvenuta prima della sua emanazione dovrà fruire dell’agevolazione.

Alla luce della ratio dell’istituto della mobilità, evidenzia la Fondazione, l’agevolazione compete in ragione dello status soggettivo del lavoratore precedentemente licenziato e non può essere temporalmente condizionata da un adempimento amministrativo che potrebbe essere dilazionato da esigenze non ascrivibili né al lavoratore né all’azienda che lo voglia assumere.

Tra l’altro con le modificazioni apportate all’art.4, comma 9, della legge n.223/91 ad opera dell’art. 1, comma 45, della legge n.92/2012, la comunicazione ivi prevista deve essere fornita dal datore che licenzia, “entro sette giorni dalla comunicazione dei recessi”.

Questo significa che, mentre in precedenza la suddetta comunicazione doveva essere contestuale al licenziamento, dal 18 luglio 2012 può legittimamente essere inoltrata ai destinatari entro sette giorni dalla comunicazione dei recessi. Tale dilazione temporale, in caso di mancato preavviso, ove l’iscrizione nella lista non avesse efficacia retroattiva dalla data del licenziamento, unitamente ai tempi per l’approvazione della lista medesima, verrebbe a pregiudicare in via ulteriore i tempi per l’accesso ai benefici contributivi.

Inoltre, spiega la Fondazione Studi, per essere considerato in mobilità – ferma restando la successiva convalida amministrativa resa con l’approvazione della lista – il lavoratore deve essere stato licenziato, per quanto ci occupa, nell’ambito di un licenziamento collettivo. Prova ne sia la previsione dell’art.4, comma 4bis, della legge n.223/91 che esclude il diritto ai benefici economici (…) con riferimento a quei lavoratori che siano stati collocati in mobilità, nei sei mesi precedenti, da parte di impresa dello stesso o di diverso settore di attività che, al momento del licenziamento, presenti assetti proprietari sostanzialmente coincidenti con quelli dell’impresa che assume (…).
Dall’impostazione letterale della norma si desume la immediata consequenzialità, o meglio immedesimazione, tra licenziamento e mobilità, status quest’ultimo che, in quanto tale, consente l’agevolazione ex tunc, dalla data di costituzione del rapporto di lavoro, una volta che l’iscrizione nella lista sia stata deliberata anche dopo l’assunzione medesima, con evidente efficacia retroattiva dal giorno successivo alla data di licenziamento.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here