Assegno di solidarietà: dal 5 maggio possibile l’invio online delle domande

0
45

L’INPS comunica, con messaggio n.1986 del 5 maggio 2016 che a partire da ieri è disponibile la procedura per l’invio on-line delle istanze di accesso all’assegno di solidarietà a carico del Fondo di integrazione salariale ed indica altresì le modalità di presentazione delle domande. L’azienda, al momento della presentazione, un volta selezionato il Fondo di integrazione salariale, deve indicare il tipo di prestazione, il periodo, il numero dei lavoratori interessati e le ore di sospensione e/o riduzione di attività lavorativa.

Da ieri, 5 maggio 2016 è disponibile la procedura per l’invio on-line delle istanze di accesso all’assegno di solidarietà a carico del Fondo di integrazione salariale, di cui all’art.29 del D.lgs.14 settembre 2015, n.148. A comunicarlo l’INPS con messaggio n.1986 del 5 maggio 2016 in cui indica altresì le modalità di presentazione delle domande.

La domanda è disponibile nel portale INPS www.inps.it nei Servizi OnLine accessibili (tramite codice fiscale e PIN rilasciato dall’Istituto) per la tipologia di utente “Aziende, consulenti e professionisti”, alla voce “Servizi per aziende e consulenti”, opzione “CIG e Fondi di solidarietà”, opzione “Fondi di solidarietà’. L’azienda, al momento della presentazione, un volta selezionato il Fondo di integrazione salariale, deve indicare il tipo di prestazione, il periodo, il numero dei lavoratori interessati e le ore di sospensione e/o riduzione di attività lavorativa.

Le istanze devono essere presentate alla struttura INPS territorialmente competente in relazione all’unità produttiva. Completata l’acquisizione e confermato l’invio, la domanda viene protocollata e sarà possibile stampare la ricevuta di presentazione, nonché il prospetto dei dati trasmessi.

Costituiscono parte integrante della domanda e dovranno essere allegati alla stessa:

– l’accordo collettivo aziendale che stabilisce la riduzione dell’orario di lavoro con l’elenco dei lavoratori interessati alla riduzione di orario, sottoscritto dalle organizzazioni sindacali e dal datore di lavoro;
– l’elenco dei lavoratori in forza all’unità produttiva, integrato con le informazioni inerenti alla qualifica, all’orario contrattuale e alle altre informazioni presenti nel file in formato .CSV reperibile nell’area download della procedura.

Alla domanda di assegno di solidarietà dovrà essere allegata la sola scheda relativa all’assegno di solidarietà, disponibile all’interno della procedura.

È previsto inoltre un quadro per le dichiarazioni di responsabilità del datore di lavoro, dove è stato predisposto un apposito campo per eventuali comunicazioni datoriali essenziali all’istruttoria della domanda, nonché per l’invio di documenti in formato PDF.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here