Anche ai giornalisti spetta il bonus di 80 euro

0
11

Il bonus previsto dal DL n.66/14 sarà riconosciuto anche ai giornalisti che abbiano percepito, nell’anno 2014, un reddito complessivamente inferiore a 26.000,00 euro, compreso il trattamento di cigs e/o disoccupazione ma con esclusione del reddito derivante dalla prima casa.

È quanto comunica l’INGI ai suoi iscritti con circolare pubblicata in data 02 luglio 2014 sul sito istituzionale.
Come noto il DL n.66/2014 convertito nella Legge n. 89/2014, prevede un beneficio fiscale, sotto forma di credito d’imposta, per tutti i titolari di un rapporto di lavoro dipendente o assimilato, tra i quali rientrano anche i giornalisti iscritti all’Inpgi, anche se beneficiari di un trattamento di disoccupazione o cassa integrazione erogato dall’Ente.

A decorrere da maggio 2014, nel caso in cui il rapporto di lavoro o il trattamento di disoccupazione/cigs abbia avuto una durata non inferiore all’intero anno, i beneficiari si ritroveranno dunque, con 80,00 euro netti al mese (pari ad 640,00 euro annui).

Tale bonus sarà, pertanto, riconosciuto anche ai giornalisti che abbiano percepito, nell’anno 2014, un reddito complessivamente inferiore a 26.000,00 euro, compreso il trattamento di cigs e/o disoccupazione ma con esclusione del reddito derivante dalla prima casa. Non sarà riconosciuto invece ai giornalisti il cui reddito da lavoro dipendente o assimilato (incluso il trattamento di disoccupazione e cassa integrazione) risulti inferiore a euro 8.145,32.

Nell’interesse dei propri iscritti l’INPGI comunica inoltre di aver messo a disposizione degli iscritti, presso tutti gli Uffici di corrispondenza regionali, un modello di dichiarazione finalizzato alla determinazione dei redditi presunti per il 2014.

Il bonus sarà erogato agli aventi diritto non appena completate le procedure tecnico informatiche necessarie alla gestione del nuovo istituto.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here