Accordo sindacale CIG in deroga: possibile dopo l’inizio delle riduzioni dell’orario di lavoro

0
46

La consultazione sindacale costituisce presupposto delle riduzioni dell’orario di lavoro o sospensioni dei lavoratori e per la CIG in deroga, l’accordo è specifico requisito richiesto dalla normativa di riferimento. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali chiarisce che l’azienda possa comunque procedere alle suddette riduzioni o sospensioni purchè il recepimento dell’accordo sindacale in sede ministeriale sia effettuato in tempo utile per consentire all’azienda di presentare l’istanza entro venti giorni dall’inizio delle sospensioni.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con circolare n.30 dell’11 dicembre 2014, comunica di ritenere che, ai fini dell’intervento della CIG in deroga nell’anno 2015, nelle ipotesi eccezionali in cui non si riesca a stipulare l’accordo sindacale in sede istituzionale prima dell’inizio delle riduzioni dell’orario di lavoro o delle sospensioni, l’azienda, che abbia presentato la richiesta di convocazione al Ministero, possa comunque procedere alle suddette riduzioni o sospensioni, e purchè sia intervenuto l’accordo in sede sindacale, da recepirsi successivamente in sede ministeriale, previa verifica della disponibilità delle risorse finanziarie.

È necessario comunque indicare, nell’accordo in sede ministeriale, i motivi eccezionali i motivi eccezionali che ne giustificano la stipula successiva alle riduzioni dell’orario di lavoro o alle sospensioni. Inoltre il recepimento dell’accordo sindacale in sede ministeriale deve essere effettuato in tempo utile per consentire all’azienda di presentare l’istanza entro venti giorni dall’inizio delle sospensioni.

Fonte: Ipsoa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here